Politiche 2018, in Umbria sconfitta Pd, fuori Cesare Damiano e Gianpiero Bocci

In Umbria si delinea ormai chiaramente la vittoria del centrodestra che fa suoi tutti i collegi uninominali

 
Chiama o scrivi in redazione


Politiche 2018, in Umbria sconfitta Pd, fuori Cesare Damiano e Gianpiero Bocci

Politiche 2018, in Umbria sconfitta Pd, fuori Cesare Damiano e Gianpiero Bocci

PERUGIA – In Umbria si delinea ormai chiaramente la vittoria del centrodestra che fa suoi tutti i collegi uninominali. La sconfitta del Partito Democratico è netta che deve registrare la mancata elezione alla Camera, dell’ex ministro Cesare Damiano e del sottosegretario Gianpiero Bocci.

Al Senato, nel collegio di Perugia, Franco Zaffini, FdI, ha ottenuto 91.461 voti il 36,13% contro il 29,80% del parlamentare uscente del Pd Giampiero Giulietti (75.423 voti).
In quello di Terni Donatella Tesei, Lega, si attesta al 38,54% (85.065 voto) precedendo Marco Moroni, M5S, al 28,04% (61.891) e Simonetta Mignozzetti, Pd, 25,67% ( 56.671 voti).

Alla Camera, nel collegio di Perugia Emanuele Prisco ottiene (57.997) il 35,38% dei voti a fronte del 30,25% del segretario regionale del Pd Giacomo Leonelli che ha ottenuto 49.588 voti.

In quello di Foligno Riccardo Augusto Marchetti, Lega, è al 37,43% (66.561 voti) contro il 28,55% di Gino Proietti Di Manici, M5S (50.774), e il 26,99 di Gianpiero Bocci.

Nel collegio di Terni Raffaele Nevi, FI, ottiene (63.515 voti) il 37,45% contro il 28,83 di Lucio Riccetti, M5S (48.897), e il 25,4% di Cesare Damiano (43.081).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*