Perugia, Palazzo dei Priori apre le porte al buonsenso!

Soluzioni adeguate per importanti argomenti che imprimono alla politica sociale del Comune, una direzione ben precisa e degna di ciò che si deve fare nel contesto del proprio ruolo

Perugia, Palazzo dei Priori apre le porte al buonsenso!
giampiero tamburi

Perugia, Palazzo dei Priori apre le porte al buonsenso!

Da Giampiero Tamburi (Coordinatore Perugia: Social City)
PERUGIA – I problemi sociali della città vanno visti e risolti per quello che in effetti sono e non utilizzati come viatico e strumentalizzati per ragioni di parte! 
Il questa ottica è quello che è successo (un grande successo) nella seduta della 3° Commissione Consiliare permanente il giorno 11 gennaio ‘17.

In quell’occasione, le varie componenti politiche, hanno dimostrato una maturità ed una volontà non indifferente nell’affrontare e risolvere, dando il loro voto favorevole, in una splendida valutazione bipartisan, alla soluzione dei problemi portati all’ordine del giorno dal consigliere Camicia.

L’assetto e la riorganizzazione dell’area verde denominata “Snoopy”, per gli animali di affezione. La necessaria sperimentazione delle strisce pedonali in “3D”, quale importante deterrente che garantisca una maggiore sicurezza ai pedoni. L’abrogazione della delibera di Giunta n° 75 del 22/02/17, nell’ambito della formula “Smart City” che si è rivelata un completo fallimento trovando, nel contempo formule migliori per l’assegnazione alla associazione che ne avessero l’intenzione.

Non è poco!

Soluzioni adeguate per importanti argomenti che imprimono alla politica sociale del Comune, una direzione ben precisa e degna di ciò che si deve fare nel contesto del proprio ruolo. Noi di Perugia: Social City, non da poco ci battiamo sul problema del verde pubblico, denunciando costantemente che questo delicato problema, va risolto in modo serio e non con atti e delibere che, tutto sommato, sono fatte solo per scaricare la responsabilità su altri a cui non vengono dati gli strumenti giusti per garantire risultati. Sicuramente, chi si è espresso in tal senso, completerà il proprio lavoro quando sarà chiamato a votare tali soluzione al Consiglio comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*