Niente ballottaggi in Umbria, tutti i sindaci eletti al primo turno

Niente ballottaggi in Umbria, tutti i sindaci eletti al primo turno

Niente ballottaggi in Umbria, tutti i sindaci eletti al primo turno

Nessuno dei sette Comuni al voto andrà a ballottaggio, nemmeno i due più grandi: Narni e Todi. Anche in queste due i sindaci sono stati eletti al primo turno. Il sindaco uscente di Todi, Antonino Ruggiano ha vinto la tornata elettorale per le amministrative a Todi. Ruggiano – sostenuto da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Todi tricolore e Per Todi con Ruspolini ha raggiunto una percentuale di preferenze pari al 58,11 per cento, pari a 4.520.

A Narni Lorenzo Lucarelli ha superato al primo turno la quota del 64.79 per cento più uno dei voti. L’assessore uscente alla Cultura e allo Sviluppo economico – sostenuto da Pd, Psi, M5s, Lista civica Lucarelli sindaco e Unità per Narni sinistra civica ecologista – ottiene così 11 seggi.

A Cascia è stato eletto l’unico candidato, Mario De Carolis (“Patto per Cascia”). A Deruta Michele Toniaccini (“Cittadini per Deruta”) ha ottenuto il 70,91 per cento delle preferenze. A Monteleone di Spoleto il sindaco è Marisa Angelini (“Paese è futuro”), che ha ottenuto una percentuale di voti del 57,29. A Poggiodomo ha vinto Filippo Marini (“Poggiodomo di tutti”), con il 51,90 per cento. A Valtopina vince Gabriele Coccia (“Valtopina progetto comune”), con il 54,08 delle preferenze.

Tommaso Bori

“Oggi portiamo a casa risultati per nulla scontati, a conferma che l’alternativa credibile alla destra parte dal Partito Democratico – dichiara il segretario regionale, Tommaso Bori, in una nota – “Complimenti a Mario De Carolis, confermato sindaco a Cascia, con un’affluenza controcorrente che raggiunge quasi il 70% degli aventi diritto.”
“Grande vittoria anche a Narni, costruita lavorando a partire da una coalizione larga e plurale per arrivare alle primarie molto partecipate – continua Bori – congratulazioni a Lorenzo Lucarelli e a tutta la squadra che, insieme, incassano un risultato importante che parla di buona amministrazione e buon governo fatte di ascolto, confronto e partecipazione.”
“Il ringraziamento più sentito va, però, a chi è si è messo in gioco in una sfida non facile contro due sindaci uscenti, come accaduto a Deruta e Todi. Proprio grazie ai candidati che si sono messi a disposizione in questi territori, offriremo un’opposizione credibile e coraggiosa che dovrà rappresentare un punto di partenza e non di arrivo per il cambiamento futuro.”
“Grazie – ha concluso il segretario Dem – a tutte le persone che ci hanno messo la faccia e il cuore: grazie all’impegno di tutti i candidati, i volontari, i militanti e i cittadini che hanno condiviso il nostro progetto politico, sociale e culturale.”

AMMNISTRATIVE. MODENA (FI): A TODI FORZA ITALIA PRIMO PARTITO, CONFERMA RUGGIANO GRANDE VITTORIA

“Ringrazio i cittadini che hanno espresso il voto in Umbria, sia per il referendum che per le amministrative nei comuni sopra i 15.000 abitanti di Todi e Narni e sotto i 15.000 di Poggiodomo, Valtopina, Deruta, Cascia, Monteleone di Spoleto, In modo particolare i candidati e gli elettori di Forza Italia. Non è retorica. E’ importante che il senso civico di andare a votare o di impegnarsi direttamente in politica si rinnovi nelle tornate elettorali. Mentre sta per concludersi lo scrutinio delle ultime sezioni, è ormai evidente il grande risultato a Todi, dove è stato confermato sindaco Antonino Ruggiano, di Forza Italia, con il 58,10% sostenuto da tutto il centrodestra e in particolare dalla lista di Forza Italia, primo partito, che vola al 23,9%. La vittoria a Todi è la dimostrazione che i cittadini sanno riconoscere il merito di chi lavora bene e premiano l’unità del centrodestra”. Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Fiammetta Modena.

Dichiarazioni di Thomas De Luca (M5S) sulle elezioni amministrative a Narni e Todi

Siamo estremamente soddisfatti del risultato raggiunto dalla coalizione progressista alle elezioni amministrative di Narni. I nostri migliori auguri vanno a Lorenzo Lucarelli che sicuramente saprà dare seguito al buon lavoro svolto in questi anni dal sindaco De Rebotti. Un risultato frutto di quel piccolo e grande laboratorio che in questi anni ha rappresentato Narni per il centrosinistra, un’esperienza in grado di far crescere tanti giovani di spessore dentro una valida esperienza di governo cittadino. Un esempio che andrebbe assolutamente preso come modello anche da altre realtà regionali che purtroppo faticano a rinnovare la propria classe dirigente. Come Movimento 5 Stelle insieme a Luca Tramini abbiamo aderito convintamente a questo progetto, senza fare tanti calcoli elettorali con scelte che magari come lista ci avrebbero premiato di più. Venivamo da un 10% delle passate amministrative e da circa un 9% raggiunto alle ultime elezioni regionali. Ma non era il momento dei calcoli, piuttosto quello di costruire per il futuro. Narni dimostra che il Movimento 5 Stelle resiste laddove la sua presenza viene interpretata dai cittadini come un valore aggiunto. Ora faremo il massimo per dare stabilità alla giunta del sindaco Lucarelli e soprattutto per fare in modo che la politica non dimentichi mai la sua missione primaria, ovvero quella di prendersi cura della propria comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*