Migranti fuggiti a Terni, Umbri chiusi in casa, clandestini liberi

 
Chiama o scrivi in redazione


Migranti nascosti in un camion scoperti sulla E45 dalla Polizia di Stato

Migranti fuggiti a Terni, Umbri chiusi in casa, clandestini liberi

Ennesimo schiaffo firmato “accoglienza“ ai cittadini umbri, che dopo oltre un anno di assurde restrizioni vedono la propria libertà sbeffeggiata da chi, in vacanza premio grazie ai progetti di accoglienza, continua a invadere i nostri territori senza controllo.

Nonostante i roboanti proclami di Salvini e al fatto che la Lega faccia parte della coalizione di governo e amministri la regione Umbria, assistiamo impotenti all’ennesimo scempio, quello che vede 21 clandestini fuggiti nei pressi di Terni nella prima mattinata di martedì dal pullman che li avrebbe dovuti accompagnare nelle residenze assegnate in provincia di Perugia.

Come CasaPound Italia Umbria, chiediamo a gran voce che, sia la Presidente della regione  che i Sindaci umbri, si attivino al fine di bloccare in maniera concreta i flussi migratori che continuano ad arrivare nella nostra regione.

Siamo stanchi di essere presi in giro da chi, con slogan accattivanti è riuscito a conquistare una regione rossa, ma nei fatti non porta nessun cambiamento alla squallida realtà del business dell’immigrazione.

Il sistema del Siproimi è un fallimento e l’unica soluzione è non rinnovare i progetti di accoglienza così come chiesto dalle nostre iniziative pubbliche e supportata da molti corregionali.

Da Casapound Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*