Ma cosa chiedono dal Cantiere civico ad Andrea Fora, vai avanti!

Ma cosa chiedono dal Cantiere civico ad Andrea Fora, vai avanti!

Ma cosa chiedono dal Cantiere civico ad Andrea Fora, vai avanti!

Nel momento in cui stiamo scrivendo queste righe mancano soltanto 65 giorni alle elezioni regionali; si sono mossi solo alcuni passi insieme ma tutto è ancora da costruire“.

A sostenerlo, in rappresentanza della gran parte dei sottoscrittori del manifesto/appello del Cantiere Civico “Per un movimento delle idee e del fare”, sono Costanza Spera e Timoteo Carpita, che dopo aver a lungo sollecitato Andrea Fora a dare la propria disponibilità alla candidatura a Presidente della Regione, ritengono “sia ora di rompere gli indugi e chiedergli pubblicamente di andare avanti e di continuare ad aggregare tutte le energie di cui l’Umbria ha bisogno non solo per voltare pagina ma anche per scrivere le migliori pagine di un nuovo libro“.

Dopo la sua intervista – aggiungono Spera e Carpita – abbiamo registrato tantissime ulteriori adesioni alle idee del progetto e molte disponibilità all’impegno, anche diretto e in prima persona, in questa sfida avvincente per il futuro dell’Umbria: associazioni e organizzazioni, amministratori e liste civiche, personalità ed esponenti di realtà differenti sono pronte ad unirsi ed impegnarsi con un progetto nuovo, largo ed inclusivo al fianco di Andrea Fora“.

Sembra dunque arrivato il tempo delle scelte “nette e ben definite: la data delle elezioni convocate per il 27 ottobre impone con sollecitudine di partire fin dai prossimi giorni con tutte quelle azioni necessarie per seminare in ogni angolo della nostra regione il seme della “rivoluzione della speranza”.

Chiediamo ad Andrea Fora l’ulteriore assunzione di responsabilità necessaria e rendersi elemento di coagulo delle energie, civiche, politiche, associative che possano in pochi giorni ampliare e condividere il progetto per l’Umbria. Idee e progetti camminano sulle gambe delle persone e, mai come oggi, in questo tempo di crisi della politica, è la credibilità delle donne e degli uomini che infonde speranza e chiama all’impegno coloro che non vogliono arrendersi al declino della nostra terra. Fondamentale per costruire il futuro della nostra terra sarà la capacità di dialogo e sintesi tra tutte le sensibilità che condividono un progetto di crescita e cambiamento. Nessuno escluso”.

Andrea Fora – concludono Spera e Carpita – ha tutte le caratteristiche vincenti e necessarie per coinvolgere ed attrarre alla passione civile le energie giuste per l’Umbria, superando anche steccati e confini, all’insegna della straordinarietà e della gravità del tempo presente. Andiamo avanti… INSIEME! “.

Commenta per primo

Rispondi