L’Umbria a due velocità nelle politiche sanitarie della Regione

Giovedì 4 giugno alle ore 10 la conferenza stampa telematica: ecco come collegarsi

 
Chiama o scrivi in redazione


L’Umbria a due velocità nelle politiche sanitarie della Regione

Continua la marginalizzazione dell’Umbria meridionale nelle politiche sanitarie della Regione. Perugia riparte mentre Terni rimane al palo, con una situazione già precaria messa ulteriormente sotto pressione dall’emergenza Covid. Oltre alla carenza a livello strutturale dell’Ospedale Santa Maria di Terni, più volte denunciata dal M5S, non si può trascurare la grave situazione dei presidi territoriali che andrebbero potenziati per supportare ed integrare i servizi del nosocomio ternano puntando sulle diverse specializzazioni.

Quali prospettive per i cittadini di Narni, Amelia, Orvieto e Spoleto in ottica di integrazione di servizi? A Narni e Amelia il primo soccorso chiuso significa 60.000 cittadini lasciati senza nulla, abbandonati fino a dicembre. E il progetto del nuovo ospedale di Cammartana sembra essere scomparso dai radar, non si hanno più notizie. Una situazione esplosiva che può far deflagrare Terni e l’Umbria meridionale.

Join Zoom Meeting
PER PARTECIPARE ALLA CONFERENZAClicca qui

Meeting ID: 777 8122 9337
Password: 5QQaa8

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*