Lettera Di Maio, Andrea Fora, elezioni Umbria, tutta Italia ci guarda

Lettera Di Maio, Andrea Fora, elezioni Umbria, tutta Italia ci guarda

Lettera Di Maio, Andrea Fora, elezioni Umbria, tutta Italia ci guarda

Ho seguito con interesse le dichiarazioni di queste ore di Luigi Di Maio sulle elezioni regionali e gli interventi nazionali e locali dei vari partiti e movimenti civici e condivido, sin dal primo giorno di campagna elettorale, che sia necessario offrire ai cittadini umbri una squadra di governo che sia allo stesso tempo espressione di capacità e rinnovamento.

È oramai evidente a tutti che siamo davanti a uno snodo fondamentale per il futuro della nostra Regione e che tutta Italia guarderà ciò che saremo in grado di offrire alla nostra gente.

L’Umbria è terra di pace, fraternità, accoglienza. È importante crocevia di culture, volontariato, passione civica che in passato ha portato innovazione, attenzione agli ultimi e alla custodia del creato.

Negli ultimi anni, quell’innovazione e quella tensione allo sviluppo è andata persa, è inutile negarlo. La politica ha soffocato i talenti, il merito e ha compromesso la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni.

Dobbiamo riportare la partecipazione al centro della proposta di governo e dobbiamo aprire le porte alle energie pulite del civismo. Dobbiamo lottare per un’Umbria in cui le persone non si sentano più destinatarie di scelte decise dall’alto, ma protagoniste attive del cambiamento. Un cambiamento che deve coinvolgere tutti, partiti, istituzioni, movimenti, senza distinzioni, senza che nessuno si senta escluso.

Possiamo trasformare questo tempo confuso, inquieto, a volte impaurito nell’occasione per dimostrare agli umbri, e anche al resto d’Italia, che è possibile coltivare un nuovo modo di pensare l’impegno politico attraverso un progetto che punti alla bellezza, all’inclusione, alla pace, all’innovazione.

Il fiorire dei tanti movimenti civici e dell’impegno personale di tanti di noi che ci hanno messo la faccia testimonia che la piccola Umbria può essere, come nel passato, esempio per il mondo. Il futuro lo costruiamo qua, ogni giorno: da parte nostra continuiamo a camminare e a lavorare in Umbria e per gli umbri, e non abbiamo bisogno di pellegrinaggi a Pontida.

Mi farebbe piacere leggere le vostre riflessioni. Buon pomeriggio a tutti!

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
22 − 2 =