Lega, Il Governo Conte scarica i problemi e le responsabilità sui sindaci

 
Chiama o scrivi in redazione


Approvato il bilancio preventivo del Comune di Marsciano

Lega, Il Governo Conte scarica i problemi e le responsabilità sui sindaci


di Claudio Contessa
Ufficio stampa Lega Umbria
Il Governo Conte scarica i problemi e le responsabilità sui sindaci dopo
aver fatto la stessa cosa prima con gli ospedali, poi con i governatori
di Regione. Ancora una volta abbiamo assistito ad una conferenza stampa
che ha creato delle false aspettative: il premier Conte ha annunciato di
aver sbloccato 4,3 miliardi di euro del fondo di solidarietà per i
Comuni, ma non ha specificato che tali risorse erano già state messe a
bilancio e quindi non rappresentano alcun aiuto ulteriore per gli enti
locali. Inoltre annuncia di aver aggiunto 400 milioni di euro per
erogare buoni spesa e generi alimentari per fronteggiare l’emergenza
economica che sta attanagliando il paese, ma ancora una volta anticipa
l’uscita del DPCM creando solo problemi e confusione. Quali sono i
criteri di ripartizione ai comuni? Quali sono i criteri di accesso al
contributo da parte dei cittadini? Qual è il meccanismo di erogazione
del materiale? Chi dovrà occuparsene e in che modo per evitare
assembramenti? Molte persone già ci stanno scrivendo per capire cosa
devono fare per accedere a questi aiuti, ma non ci hanno messi nella
condizione di dare risposte minime. Lunedì mattina rischiamo di trovare
alla porta dei comuni tanti cittadini ai quali non potremo dare
risposte. Ancora una volta la questione è stata gestita con mancanza di
metodo e senza il coinvolgimento degli enti locali. In questa fase così
delicata invitiamo i cittadini ad attendere ulteriori indicazioni sulle
metodologie che verranno adottate per la richiesta e la distribuzione
dei generi alimentari. Da parte nostra non rimarremo inermi ad attendere
che ci vengano fornite pseudosoluzioni dall’alto inefficaci ed
inadeguate. I nostri cittadini e i nostri territori meritano molto di
più.

I sindaci umbri della Lega, Leonardo Latini (Terni), Stefano Zuccarini
(Foligno), Luca Carizia (Umbertide), Francesca Mele (Marsciano), Manuel
Petruccioli (Giano dell’Umbria), Fabrizio Gareggia (Cannara)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*