Investire nel sostegno a famiglie ed imprese, partendo dalle istituzioni locali

Per rilanciare l’economia e permetterle di uscire dalla crisi aperta dal Coronavirus 

 
Chiama o scrivi in redazione


Investire nel sostegno a famiglie ed imprese, partendo dalle istituzioni locali

Investire nel sostegno a famiglie ed imprese, partendo dalle istituzioni locali

Fratelli d’Italia propone di adottare in tutti i comuni umbri misure aggiuntive a quelle di Governo e Regione a supporto delle piccole imprese. Questo il cardine della proposta del dipartimento Enti Locali di Fratelli d’Italia che per bocca del responsabile regionale Alessandro Moio spiega: “In questa fase di profonda incertezza si rinsalda il ruolo dei Comuni come istituzione più vicina al cittadino e alle realtà produttive territoriali, maggiormente capace di intercettarne le necessità e di intervenire in maniera specifica e puntuale: su partite come TARI, IMU e TOSAP i comuni devono fare tutto quello che è in loro potere.”
Per fare questo è indispensabile che, in aggiunta alle misure di supporto messe in campo dallo Stato e dalla Regione Umbria, i comuni contribuiscano con tutti gli strumenti economici e normativi di cui dispongono, per supportare le richieste di intervento che arrivano dalle famiglie, dal mondo del lavoro e dell’impresa, tutelando la filiera delle micro, piccole e medie imprese e attività artigianali che da sempre costituiscono il motore della nostra Regione.”
Regione Umbria e Fase 2, piano che tiene conto di tutti i comparti
Franco Zaffini

Il Segretario regionale di FDI Sen. Franco Zaffini precisa poi che “In via straordinaria, i comuni quest’anno potranno partecipare alla spesa della TARI, quindi dove ci sono risorse, riteniamo opportuno che vadano immesse per alleggerire la bolletta dei settori più colpiti, come quelli legati a turismo e commercio. Ad essere rivista comunque, dovrà essere tutta la fiscalità locale, per cercare di stare vicini ad imprese e famiglie, tenendo comunque i bilanci comunali in sicurezza.”

Maggiore flessibilità, possibilità di utilizzo dei residui attivi dei bilanci locali, meno burocrazia e libertà di impresa, promozione turistica del territorio, queste le linee guida delle proposte che Fratelli d’Italia depositerà nei consigli comunali dell’Umbria, per attuare azioni puntuali a sostegno di imprese e famiglie.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*