Informazione, Carla Casciari, promuovere nuove opportunità per le edicole

Il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) esprime soddisfazione per l’approvazione di un suo ordine del giorno sulle edicole

Elezioni Umbria, Carla Casciari esclusa per fare posto a un'altra

Informazione, Carla Casciari, promuovere nuove opportunità per le edicole

“Oggi si è aperto un percorso che avvia nuove opportunità per le edicole, attività che in pochi anni hanno subito un duro colpo chiudendo i battenti una dopo l’altra”. Così il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) a margine della seduta dell’Assemblea legislativa che ha votato all’unanimità un suo ordine del giorno approvato insieme alla legge di sostegno alle imprese che operano nell’ambito dell’informazione locale (https://tinyurl.com/ydhqm7oe(link is external)).

 

“Le cause di questo declino – prosegue Casciari – sono molteplici: dalla crisi dell’editoria cartacea, sia quotidiana che periodica, alla diffusione di giornali e riviste anche in altri esercizi commerciali come i supermercati. Ciò ha determinato negli ultimi sei anni la chiusura di più di 100 edicole e ad oggi sono censiti circa 550 punti di commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici. Il ciclo depressivo ha impoverito d’altra parte la vivibilità dei nostri quartieri, sia nelle grandi città che nei piccoli borghi in termini di accesso ai servizi per i cittadini. Le edicole da sempre hanno anche avuto un alto valore sociale, culturale e di presidio del territorio. Promuovere politiche dirette alla promozione, alla valorizzazione ed alla riqualificazione delle edicole esistenti, in attività e dismesse, con misure ed azioni mirate all’ampliamento dei servizi, permetterebbe a tali esercizi di vendita di fungere, ad esempio, da infopoint, postazioni per portiere di quartiere, punti di consegna e ritiro merci per corrieri, punti di consegna dei prodotti da Gruppi di acquisto solidale, e-shopping ed e-commerce, librerie free pubbliche, hub culturali, spazi di promozione per le associazioni e per eventi, punti di erogazione di servizi per il cittadino quali richieste di certificati, identità digitale, prenotazioni sanitarie e molto altro”.

 

“Il questa direzione – continua Casciari – l’Anci ha già avviato un percorso mediante la firma di un protocollo d’intesa sottoscritto a fine 2017 con la Federazione italiana editori giornali finalizzato a sostenere le edicole trasformandole in veri e propri centri servizio per i cittadini. Già alcuni Comuni italiani, tra cui ad esempio quello di Firenze, hanno avviato progetti per la rigenerazione urbana che sono volti anche alla riqualificazione e ammodernamento delle edicole”.

 

“Con l’approvazione di questo ordine del giorno – conclude Casciari – la Giunta regionale si è impegnata a promuovere una riqualificazione delle edicole nel loro ruolo e nella loro funzione tradizionale di punti di distribuzione e vendita di quotidiani e periodici ed, al contempo, per consentire un loro ammodernamento ed una trasformazione in hub multiservizi attraverso idonee misure nei bandi per il sostegno all’imprenditoria, e nelle azioni di innovazione tecnologica relative ai servizi di competenza degli enti locali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*