Indagini moschea di Umbertide, disastro politico che M5s denunciava da sempre

Cambio in Giunta, M5s Terni, bene ma non è tutta colpa di Ceccoti

Indagini moschea di Umbertide, disastro politico che M5s denunciava da sempre

In merito alle notizie delle indagini da parte della Procura di Perugia, riguardanti le vicende della costruzione del centro islamico di Umbertide il M5s intende esprimere pieno sostegno e fiducia nell’operato della magistratura.
«Siamo certi – spiegano Thomas De Luca e Gianpaolo Conti, rispettivavente consigliere regionale dell’Umbria e consigliere comunale di Umbertide – che sarà fatta finalmente luce sull’iter e sulla condotta dell’amministrazione, chiarezza che abbiamo come Movimento 5 Stelle da sempre e per primi chiesto a gran voce attraverso atti, consigli straordinari ed esposti alle autorità competenti.

A prescindere dalle questioni giudiziarie che esigono rispetto e serenità di valutazione – aggiungono -, esiste un giudizio politico-amministrativa sull’operato sia della vecchia che della nuova amministrazione totalmente negativo, evidenza di un disastro totale nella gestione della vicenda.

L’assenza di un percorso condiviso e partecipato con la cittadinanza, di dialogo e di trasparenza ha trovato il proprio culmine nella mancata revoca in autotutela delle autorizzazioni e dell’assegnazione della superficie. Sulla mancata discontinuità politica da parte della nuova amministrazione leghista – concludono – non mancheremo di far sentire il nostro fiato sul collo per imporre il dietro-front e stimolare una scelta coraggiosa definitiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*