Green pass consigliere umbro Lega, incontri fuori dai palazzi

"Per andare incontro a chi rifiuta babele di tamponi"

Green pass consigliere umbro Lega, incontri fuori dai palazzi

Green pass consigliere umbro Lega, incontri fuori dai palazzi

Valerio Mancini, consigliere regionale in Umbria della Lega, nel giorno dell” entrata in vigore dell” obbligo della certificazione verde, ha scelto di incontrare i cittadini in piazza o comunque in luoghi pubblici. “Farò il possibile per evitare di far venire le persone nella sede dell” Assemblea legislativa e le incontrerò fuori” ha spiegato all” Agenza nazionale di stampa associata.

“Per andare incontro a quei cittadini che non vogliono sottoporsi alla babele dei tamponi o sono contrari a esibire il Green pass – ha spiegato Mancini – sarò io stesso a raggiungerli nei territori, più di quanto fatto finora. Far spendere i cittadini per i tamponi è una follia e per le famiglie sono costi insostenibili.

Il mio numero di cellulare è pubblico, 3935688455, pertanto chiunque richieda un colloquio con me può telefonarmi e sarò disponibile a raggiungerlo – spiega Mancini – incontrerò i cittadini nei luoghi a loro più funzionali. La mia presenza negli uffici è ridotta al necessario, ma di certo non mi sottrarrò ai lavori delle Commissioni e al voto in Aula”.

“Una cosa che ha contraddistinto da sempre l” Assemblea legislativa – ha sottolineato ancora Mancini – è la possibilità che venga garantito a tutti ascolto, ma con i decreti emanati da Draghi si creano barriere nelle istituzioni. Quello che ho visto nelle farmacie sono file di persone che attendevano di sottoporsi al tampone e fermandomi a parlare con loro ho avuto la conferma che la rabbia sta salendo nella popolazione – ha concluso Mancini – ormai siamo in una psico-pandemia: Draghi ne prenda atto, faccia un passo indietro e tolga questa vergogna”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*