Fondo aggiuntivo statizzazione scuole alta formazione, approvato Odg. Ciprini (M5S): “Ottimo risultato”

L'impegno assunto dal Governo evita il rischio che, come per il Briccialdi di Terni, si perdano prestigiosi enti culturali

Parlamentari umbri pentastellati restituiscono metà dello stipendio ogni mese, ecco quello di Ciprini

Il decreto legge n. 50 del 2017 ha previsto la graduale statizzazione degli istituti superiori musicali privati, così come per le accademie di belle arti, includendo l’istituzione di un fondo per il completamento di tale passaggio.

“Tuttavia, il decreto-legge in questione non ha previsto che, alcuni enti locali finanziatori che versano in situazione di grave criticità di bilancio, non siano in grado di farsi carico delle situazioni debitorie pregresse alla statizzazione, come nel caso dell’istituto Briccialdi di Terni” – afferma la deputata 5Stelle in commissione Lavoro, Tiziana Ciprini, che aggiunge: “purtroppo, anche altri comuni versano in gravi difficoltà economiche, con il concreto rischio che alcune città possano perdere prestigiose scuole di alta formazione.

Al fine di scongiurare la chiusura di questi importanti istituti il Governo ha approvato l’ordine del giorno presentato a mia firma, che lo impegna ad istituire un apposito fondo aggiuntivo, a quello attualmente previsto, per far fronte alle situazioni debitorie contratte dagli Enti locali per conto degli istituti da statizzare.

L’impegno assunto dal Governo rappresenta un ottimo risultato per completare il processo di statizzazione ed evitare il rischio che città, come quella di Terni, perdano un prestigioso ente di alta formazione, autentico presidio culturale per l’intero Paese” – conclude Ciprini.

 

 

 

Commenta per primo

Rispondi