Fiume Clitunno viola dopo incendio, coltivazioni sedano nero a rischio

 
Chiama o scrivi in redazione


Fiume Clitunno viola dopo incendio, coltivazioni sedano nero a rischio

Serve dare una risposta urgente alle aziende che utilizzano le acque del Clitunno per irrigare i campi destinati alla coltivazione del sedano nero. Dopo l’incendio della cartiera di Trevi e l’ordinanza di interdizione firmata dal sindaco che vieta l’utilizzo delle acque del fiume per scopo irriguo, la Regione Umbria deve trovare rapidamente una soluzione al fine di scongiurare un danno alle coltivazioni che rischia di essere pesantissimo. L’incendio all’azienda cartiera ha provocato lo sversamento nelle acque del fiume di litri di inchiostro utilizzato per la stampa. Uno scenario raccapricciante con il fiume che per almeno un paio di chilometri si presenta attualmente di colore violaceo. Si tratta dell’acqua che le aziende agrarie utilizzano per la coltivazione del sedano Sarebbero di fatto obbligate a buttare via il raccolto prossimo e quello futuro. La Regione deve intervenire immediatamente con autobotti o altri provvedimenti.

Emma Pavanelli M5S Senato
Thomas De Luca M5S Umbria
Daniele Pergolari M5S Trevi


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*