Elezioni 2019, sindaco uscente Romizi, dateci il prossimo quinquennio per migliorare ancora

Opere pubbliche di Perugia: mini investimento dalla Giunta Romizi

Elezioni 2019, sindaco uscente Romizi, dateci il prossimo quinquennio per migliorare ancora
Il sindaco Andrea Romizi dà il via a Montemorcino la campagna elettorale. E’ proprio al Mater Gratiae che si è svolta la conferenza programmatica della lista Progetto Perugia “Romizi Sindaco”, capitanata dal consigliere Otello Numerini, un movimento che ha anche il sostegno degli assessori Francesco Calabrese, Edi Cicchi, Cistina Bertinelli, Diego Dramane Wagué, Criatiana Casaioli ma anche il presidente del consiglio Leonardo Varasano.

«Dateci il prossimo quinquennio per terminare il lavoro che è stato fatto» – è stato detto durante la conferenza. Dopo aver sistemato i bilanci «ora riduciamo le tasse e miglioriamo i servizi». Un elenco di cose fatte e altre ancora da fare. Cinque anni fa la giunta Romizi è partita da un disavanzo di oltre 36 milioni di euro.

«Abbiamo tagliato il superfluo – ha detto sindaco -, senza toccare i servizi ai cittadini. Il debito pubblico a Perugia sta diminuendo in maniera importante, nonostante i tagli ai trasferimenti dello Stato. Questo permetterà di attuare nuovi progetti. Non possiamo fermarci, abbiamo ancora tanto da fare».

Nel Romizi bis ci saranno anche meno tasse, tra i progetti per i prossimi 5 anni ci sarà un patto fiscale e tariffario che vedrà una diminuzione della Tari del 10%. I maggiori sforzi del Romizi due si concentreranno principalmente su Perugia 5.0, sicurezza urbana, politiche di bilancio, famiglia e politiche sociali, turismo e cultura, mobilità sostenibile, cultura del territorio, politiche ambientali, scuola e sport. Alle prossime elezioni Romizi, Forza Italia, potrà contare oltre al sostegno di Fratelli D’Italia e Liste civiche, anche sul sostegno della Lega.

Commenta per primo

Rispondi