Elezioni, con il Conte-bis in Umbria comincia trattativa Pd-M5S

 
Chiama o scrivi in redazione


Si muovo 5stelle e Pd in Parlamento per sostegno ad Assisi
Filippo Gallinella M5S

Elezioni, con il Conte-bis in Umbria comincia trattativa Pd-M5S

Dopo il governo anche Umbria comincia la trattativa PD-M5S. Il tempo stringe, mancano una ventina di giorni e le liste con i nomi delle candidature per le elezioni regionali dovranno essere consegnate.

Per il centrodestra dovremmo avere Donatella Tesei della Lega candidata, in coalizione con Forza Italia e Fratelli D’Italia e ticket Marco Squarta vicepresidente. La candidatura ufficiale della Tesei non c’è ancora, dovrebbe arrivare venerdì a San Gemini, durante la prima festa provinciale della Lega che vedrà anche la presenza del segretario della Lega, ex ministro Matteo Salvini.

Il centrosinistra sembra ancora essere in alto mare e il problema pare essere nel nome scelto, quello di Andrea Fora. L’ex presidente di Cooperative Italiane Umbria non piace a tutti e questo porta alla divisione. Ma andiamo con ordine.

Con il Governo Conte bis già ieri sono partite le trattative ufficiali a Roma per sancire un eventuale accordo in Umbria tra il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle.

Domenica potrebbe arrivare la risposta definitiva che potrebbe essere quella di formare un’unica coalizione che comprenda anche i Cinquestelle, oppure una guidata da Andrea Fora (che comprende il Pd e una lista civica) e un‘altra invece con le altre forze civiche, quelle di sinistra e dei socialisti.

Tutto dipende da Di Maio. Se il ministro dovesse dare il via libera è probabile che la coalizione possa ricompattarsi, altrimenti il centrosinistra è destinato a correre diviso.

Se il centrosinistra dovesse presentarsi diviso la coalizione dei civici, socialisti e verdi potrebbe vedere scendere in campo il sindaco di Assisi, Stefania Proietti. Con lei al momento sul tavolo ci sono le candidature di Luciano Bacchetta e quella di Luca Ferrucci.

«Le liste del Movimento 5 stelle – dice Filippo Gallinella – in Umbria non andranno in coalizione con nessun’altra lista. Rimane comunque facoltà del capo politico proporre eventuali alleanze con liste civiche, sotto la sua diretta supervisione. In tal caso la proposta di alleanza sarà sottoposta agli iscritti della regione».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*