De Luca M5s incontra il vice presidente del Parlamento Europeo

 
Chiama o scrivi in redazione


De Luca M5s incontra il vice presidente del Parlamento Europeo TERNI – Il M5S sta impegnando tutti i suoi livelli istituzionali per garantire a Terni uno sviluppo reale e concreto. Mentre gli altri partiti a due giorni dalla presentazione delle liste parlano solo di come spartire poltrone e candidature il M5S è già in prima linea per restituire alla città, finalmente il futuro che merita.

Fabio Massimo CastaldoVice Presidente del Parlamento Europeo in quota MoVimento 5 Stelle, insieme alla portavoce capo delegazione al Parlamento Europeo Laura Agea, ha incontrato ieri pomeriggio il nostro candidato Sindaco Thomas De Luca e con alcuni candidati consiglieri, si è parlato anche del ritardo nella spesa dei fondi strutturali assegnati dall’Europa alla Regione Umbria, che ad oggi ha emanato bandi solo per poco più del 10% delle somme (di cui solo un decimo circa a Terni), mentre mancano all’appello oltre 1,1 miliardi di euro di risorse che, se non spese entro i prossimi tre anni, potrebbero tornare indietro all’Europa.

Massima sintonia e unitarietà d’intenti sul lavoro da fare con i portavoce dell’Europarlamento per realizzare i  punti del programma del MoVimento 5 Stelle già nei primi 100 giorni della futura giunta ternana a 5 stelle.

LEGGI ANCHE: Elezioni sindaco Terni, De Luca, M5s, città deve diventare polo formativo europeo

È necessaria una cabina di regia con una governance forte che supporti una programmazione di lungo termine: l’Umbria, e Terni in particolare, non può più permettersi di perdere alcun treno per lo sviluppo. Uno dei primi atti della nuova amministrazione a 5 stelle guidata da Thomas De Luca sarà quello di istituire un ufficio apposito per la programmazione e la partecipazione a tutte le agevolazioni finanziarie nazionali ed europee. Terni dovrà essere in grado di progettare il proprio futuro utilizzando con intelligenza tutte le forme di copertura finanziaria consentite, per uscire dalla morsa del dissesto e fare una politica di sviluppo del territorio.

Attraverso un ‘Piano della progettualità per la Terni del 2030’ si andranno a reperire risorse straordinarie attraverso i finanziamenti diretti europei e per rivedere in un’ottica strategica unitaria tutti i fondi europei già assegnati a Terni tramite la Regione, e oggi in grave ritardo di spesa. Il Piano definirà il programma di lavoro annuale della nuova struttura comunale che si occuperà di partecipare ai bandi europei e nazionali: l’Ufficio di europrogettazione.

La struttura, di cui ad oggi nessun comune in Umbria dispone, sarà una punta di diamante di un’amministrazione comunale rifondata e uno dei principali canali di dialogo con la comunità. Sarà costituito senza costi aggiuntivi, mediante la valorizzazione delle competenze interne all’amministrazione e l’attrazione delle competenze diffuse nella nostra comunità. L’Ufficio sarà animatore sociale, divulgando informazioni, offrendo a sua volta corsi di formazione gratuiti al mondo no profit, pubblicando un proprio bilancio sociale che ne certifichi il valore aggiunto rispetto all’attività “ordinaria” del Comune.

Il M5S ha le idee chiare, un unico simbolo, un unico programma, un’unica lista di candidati uniti e compatti con l’obiettivo di risollevare Terni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*