Covid e politica, lo stallo delle aziende sospese e il crollo dell’economia

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid e politica, lo stallo delle aziende sospese e il crollo dell'economia

Covid e politica, lo stallo delle aziende sospese e il crollo dell’economia


di Mariolina Savino
Un anno di vita sospesa, una anno di aspettative puntualmente mancate, un “andrà tutto bene” bucato, falso, irraggiungibile.

In tutto il miasma provocato da una epidemia che ha faticato ad essere riconosciuta pandemia, gli errori madornali della politica sanitaria nazionale e internazionale, avrebbero provocato in molti casi, lutti e sofferenze.
Medici di base esautorati dalla loro stessa missione, perché obbligati a curare i pazienti a distanza, malati costretti a star soli con il paracetamolo……
Assurdità riguardanti gli approvvigionamenti di semplici mascherine con la Cina, di respiratori, poi siringhe e ora di vaccini. Un continuo susseguirsi di DPCM indigesti spesso per la popolazione visti gli obblighi a chiudere le proprie attività, poi a riaprirle secondo precisi protocolli finanziati dagli stessi imprenditori e dopo il danno, la beffa, di nuovo l’obbligo a chiudere per zone divenute improvvisamente, mutevoli colorazioni di semafori.
Nel frattempo la scuola viene chiusa, poi ostaggio di banchi a rotelle e poi richiusa, adesso riaperta ma a scaglioni.
In tutto questo una Europa costretta a fare l conti con il virus, essendo stata investita interamente sia nella sanità che nella economia e che è stata salvaguardata  nelle nazioni in buona salute, mentre l’Italia ha stentato e stenta ad assicurare fondi, per garantire le imprese in grande difficoltà a causa delle continue e confuse chiusure.
  • Dopo un anno di tante straordinarietà, oggi si va al colle per cercare ancora una volta il consenso mentre la popolazione a gran voce chiede ristori e certezze.
Un futuro tutto da scrivere, nella legittima speranza  di rimettere ordine e finalmente avere una visione chiara del domani per tutti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*