Circo con animali, impegni assunti dal Comune, interrogazione Bistocchi

Circo con animali, impegni assunti dal Comune, interrogazione Bistocchi
Circo con animali, impegni assunti dal Comune, interrogazione Bistocchi

Circo con animali, impegni assunti dal Comune, interrogazione Bistocchi

“Depositata oggi, 17 dicembre, una interrogazione a risposta orale a firma della consigliera del Partito Democratico al Comune di Perugia, Sarah Bistocchi, avente ad oggetto “Circo con animali – Impegni assunti dal Comune di Perugia e attuazione della deliberazione del Consiglio comunale n. 91 del 12.7.2021”.

“Il circo con animali – spiega la capogruppo – è ormai considerato, tanto dalle varie associazioni animaliste, quanto dalla Federazione dei Veterinari Europei (FVE), quanto da una sempre maggior parte di opinione pubblica, come forma di sfruttamento degli animali stessi, perché stravolge l’intera vita di esseri viventi per soddisfare la curiosità umana di osservarli, avvicinarli, divertirsi, vedendoli compiere gesti innaturali oppure pericolose performances. La sofferenza degli animali si esplica durante l’addestramento, condotto a volte con metodi violenti e coercitivi nel chiuso delle gabbie, ma anche con la privazione della libertà per le specie non nate in cattività, o per le specie che hanno istinto alla libertà e ai grandi spazi.

La Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, o CITES, dall’inglese Convention on International Trade of Endangered Species, è una convenzione internazionale firmata a Washington nel 1973, con lo scopo di regolamentare il commercio internazionale di fauna e flora selvatiche in pericolo di estinzione. Tale Convenzione è stata firmata, nel corso degli anni, da un numero sempre più ampio di Paesi in tutto il mondo, compresa l’Italia, riconoscendo così la rilevanza delle istanze ribadite dalla convenzione e riaffermando quindi il ruolo centrale delle tematiche afferenti alla tutela e al benessere degli animali.

Questo tema è stato oggetto di un ordine del giorno sempre a firma della stessa consigliera dem, approvato all’unanimità nella seduta di Consiglio comunale del 12 luglio 2021, con cui si impegnava Sindaco e Giunta:

a sostenere l’attività circense e di spettacolo e intrattenimento in genere, purchè non vengano impiegati animali, di nessuna specie; a inserire, all’interno del Regolamento dello spettacolo viaggiante della Città di Perugia, specifici rimandi, vincolanti, alle linee guida CITES sopra citate; a dare mandato alla Polizia locale e alla Polizia veterinaria affinché vigilino sul rispetto delle linee guida CITES.

E’ notizia di questi giorni che la città di Perugia ospiterà l’Universal Circus, dal 23 dicembre al 16 gennaio, in località Pian di Massiano, di fronte al Palabarton. Tale circo, che attenderà nella nostra città per ben tre settimane, con più spettacoli al giorno, prevede chiaramente ed inequivocabilmente la presenza di animali, come ben rappresentano i manifesti e i cartelloni affissi in giro per la città. Tale pubblicità ha già messo in subbuglio associazioni animaliste e cittadini sensibili al mondo animale, confusi e delusi dal fatto che sia in procinto di attendarsi un circo a Perugia, nonostante sia stato da poco votato all’unanimità un ordine del giorno in Consiglio comunale che impegna l’amministrazione nella direzione opposta e contraria.

Si chiede pertanto, a sindaco e giunta, in generale, se il Comune di Perugia, tramite i suoi uffici, ha dato seguito agli impegni assunti attraverso deliberazione del Consiglio comunale n. 91 del 12.7.2021, e in particolare, se sono stati inseriti, all’interno del Regolamento dello spettacolo viaggiante della città di Perugia, specifici rimandi, vincolanti, alle linee guida CITES, come da impegni assunti sopra ricordati”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*