CasaPound italia Terni insorge contro l’arrivo di nuovi clandestini a Terni

 
Chiama o scrivi in redazione


CasaPound Italia Terni insorge contro l’arrivo di nuovi clandestini a Terni

CasaPound Italia Terni insorge contro l’arrivo di nuovi clandestini a Terni

“Basta clandestini Terni non vi vuole!”, è questo il testo dello striscione affisso nella notte dai militanti di CasaPound Italia Terni contro l’arrivo in città di venti nuovi immigrati irregolari. “Ancora sbarchi, ancora clandestini in città,  ancora promesse disattese – dichiara il movimento in una nota – questi i risultati dovuti al rinnovo dei progetti SPRAR (ora SIPROIMI) avvenuto lo scorso anno e tutto questo nel momento di massima crisi economica e sociale dal dopoguerra ad oggi”.

“Terni ha livelli di disoccupazione molti alti, soprattutto nel segmento dei giovani e l’arrivo di altri 20 immigrati irregolari non fa che andare ad inasprire tensioni sociali e palesare rischi  per la salute pubblica, viste le recente fughe avvenute nei vari centri d’accoglienza sparsi sul territorio nazionale prima del termine del periodo obbligatorio di quarantena”.

“La  vertenza in corso al polo chimico e la difficile situazione delle acciaierie, sommate alle restrizioni dovute alla quarantena – conclude la nota – stanno dissanguando il tessuto economico della città. Queste sono le vere prioritè di cui la politica deve occuparsi, il cinico business dell’immigrazione va fermato quanto prima”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*