Bilancio Assemblea Legislativa, svolta un’intensa attività, 19 proposte di legge approvate

Bilancio Assemblea Legislativa, svolta un’intensa attività, 19 proposte di legge approvate

Bilancio Assemblea Legislativa, svolta un’intensa attività, 19 proposte di legge approvate

Si è tenuta stamani la conferenza stampa di fine anno dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea legislativa, con il presidente Marco Squarta e i vicepresidenti Paola Fioroni e Michele Bettarelli. È stato fatto il punto sulle attività svolte nel 2022 e sulle prospettive future, quindi i componenti dell’Ufficio di presidenza hanno risposto alle domande dei giornalisti.

“In questo 2022 – ha detto Squarta – l’Assemblea legislativa ha svolto un’intensa attività, come testimoniano le 19 proposte di legge approvate, le numerose mozioni discusse (60, di cui 37 approvate, 15 respinte e 8 rinviate in commissione), le 116 interrogazioni a cui è stata data risposta in Aula (per il dettaglio vedi scheda a sotto, ndr.). Per il nuovo anno servirà una maggiore consapevolezza dell’importanza del ruolo dell’Assemblea legislativa, e con ciò intendo dire che gli assessori, anche se non vale per tutti poiché alcuni sono stati sempre presenti fino al termine delle sedute, dovranno essere più attenti alle richieste di chi rappresenta i cittadini nel massimo consesso istituzionale della regione, visto che in qualche caso è capitato di discutere atti proposti dai consiglieri regionali senza la presenza dell’assessore competente. Sarà un anno fondamentale perché arriveranno a compimento documenti strategici fondamentali che mancano da anni, come il Piano sanitario e il Piano rifiuti, probabilmente anche il Piano trasporti, come annunciato dall’assessore Melasecche. Ci sono stati scontri e contrapposizioni politiche ma sempre improntati su un piano di correttezza e di rispetto istituzionale”.

Anche la vicepresidente Paola Fioroni ha sottolineato la volontà di “consolidare il ruolo dell’Assemblea legislativa, che si fa carico delle criticità della comunità regionale ed è l’organo fondamentale nel portare avanti la sostenibilità di una regione come l’Umbria, ricca di tradizioni, cultura, forza e resilienza, affinché diventi una terra attrattiva non solo per i turisti che la visitano ma anche per chi scelga di vivere nella nostra terra, a cominciare da giovani e famiglie, nostro impegno fin dall’inizio di questa legislatura”.

Il vicepresidente Michele Bettarelli ha sottolineato come “il rispetto delle istituzioni sia l’obiettivo sempre perseguito a cominciare dai componenti dell’Ufficio di presidenza, provenienti da tre partiti molto diversi ma con l’unico impegno di garantire tutte le rappresentanze. Come Assemblea vorrei sottolineare la politica di risparmi che abbiamo messo in atto portando a bilancio almeno un milione di euro e dando precisi indirizzi alla giunta regionale di investirli su priorità del territorio e delle persone, come aiuti contro il caro energia o nei confronti della disabilità, penso al Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Siamo vicini ai Comuni e alle associazioni e lo dimostriamo con i 180mila euro l’anno loro destinati, cifre che possono sembrare piccole ma sono importanti”. 

In totale, dall’inizio di questa legislatura, sono state risparmiate dall’Assemblea legislativa risorse per 2 milioni e mezzo di euro. Rispondendo alle domande dei cronisti, inevitabilmente anche sui rapporti con la Giunta regionale, il presidente Squarta ha ricordato che “l’attuale esecutivo si è insediato dopo quasi 50 anni di governo regionale a guida centrosinistra e in un periodo contrassegnato da difficoltà enormi, mai affrontate in precedenza: la pandemia, la guerra, la conseguente crisi energetica ed economica. E di questo, dovendo fare una valutazione politica, si deve tenere conto. Al tempo stesso, a pandemia finita, si comincia a intravedere un po’ di luce, vedi i primi aiuti verso il caro bollette, ma occorre fare di più su sanità e sociale. Sono necessarie scelte decise, anche se impopolari, occorre verificare bene l’operato negli ospedali e dare maggiore ascolto agli operatori sanitari e agli utenti”.

Alle domande sul “rimpasto di giunta”, Squarta ha risposto che “la presidente Tesei ha detto che procederà, quindi attendiamo fiduciosi che arrivi una risposta”.

La vicepresidente Paola Fioroni ha puntualizzato che “se rimpasto ci deve essere, rimpasto sia, ma nel rispetto degli equilibri politici determinati dal voto delle elezioni regionali, con due assessori della Lega”. Sulla questione vitalizi, che ancora gravano pesantemente sul bilancio regionale, Squarta ha ricordato che sono stati aboliti dal 2015 e che occorrerebbe una modifica della legge regionale; per questo è stato dato mandato al Segretario generale di approfondire i vari aspetti, come anche altre regioni stanno facendo, per evitare un’eventuale impugnativa da parte del governo.

SCHEDA RIASSUNTIVA DELLE ATTIVITÀ SVOLTE NEL 2022

Nel corso del 2022 l’Assemblea legislativa ha approvato 19 proposte di legge: Istituzione del Garante dei diritti delle persone con disabilità, di iniziativa dei consiglieri Peppucci, Fioroni, Mancini, Carissimi, Pastorelli, Rondini e Nicchi; Modifiche alla legge 30/2000 (Istituzione dell’Aur-Agenzia Umbria ricerche) di iniziativa della Giunta regionale; Adeguamento della normativa regionale alle modifiche legislative in ordine all’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche, di iniziativa della Giunta regionale;

Modifiche al Testo unico in materia di commercio, di iniziativa dei consiglieri Fioroni, Pastorelli, Mancini, Nicchi, Rondini, Carissimi, Peppucci e Squarta; Disposizioni collegate alla legge di stabilità 2020 – 2022 della Regione Umbria, iniiziativa dell’Ufficio di presidenza (Squarta, Fioroni, Bettarelli); Modifiche alla legge 31/2013 (Norme in materia di infrastrutture per le telecomunicazioni) di iniziativa della Giunta regionale; Elenco imprese denuncianti episodi estorsivi o tentativi di condizionamento dell’attività imprenditoriale, di iniziativa dei consiglieri Rondini, Meloni, Bianconi, Fioroni, Pace, Paparelli e Pastorelli; Contributi a sostegno dei flussi turistici e dell’aeroporto “San Francesco” di iniziativa della Giunta regionale; Disposizioni per la conclusione della ricostruzione nelle aree colpite dal sisma del 1997, iniziativa dei consiglieri Pastorelli e Fioroni; Disciplina generale della programmazione, del bilancio, dell’ordinamento contabile e dei controlli interni della Regione Umbria), iniziativa della Giunta; Modifiche alla legge 28/2001 (Testo unico per le foreste) e alla legge 10/2015 (Rinnovo funzioni amministrative di area vasta, delle forme associative di Comuni) iniziativa di Pastorelli e Mancini;

Sostegno alle associazioni combattentistiche e d’arma e delle associazioni delle forze dell’ordine, iniziativa di Mancini, Pastorelli, Rondini, Nicchi, Carissimi, Peppucci e Fioroni; Istituzione dell’Osservatorio regionale sul welfare aziendale, iniziativa di Mancini, Fioroni, Carissimi, Pastorelli, Rondini, Peppucci e Nicchi; Assestamento del bilancio di previsione della Regione Umbria 2022-2024, di iniziativa della Giunta regionale; Istituzione della giornata regionale per la lotta alla droga, di Mancini, Pastorelli, Fioroni, Carissimi, Nicchi e Rondini; Rendiconto generale dell’amministrazione regionale per l’esercizio finanziario 2021, iniziativa della Giunta; Integrazioni alla legge 14/2016 (Politiche di genere), di iniziativa dei consiglieri Peppucci, Carissimi, Fioroni, Pastorelli e Mancini; Bilancio di previsione 2023-2025, di iniziativa della Giunta; Legge di stabilità regionale 2023, di iniziativa della Giunta regionale.

Rinviata in Commissione per approfondimenti la proposta di legge “Interventi a sostegno della natalità, della famiglia e del welfare aziendale, di iniziativa del consigliere Fora (Patto civico). Respinta la proposta di legge “Norme per l’adattamento ai cambiamenti climatici e il contrasto all’emergenza ambientale nella regione Umbria”, di iniziativa dei consiglieri di minoranza Bori (Pd) e De Luca (M5s). Approvati 2 Ordini del giorno firmati sia da consiglieri di minoranza che di maggioranza: Programmi regionali Fondo europeo di sviluppo regionale (Fora, Agabiti, Morroni, Pastorelli, Bianconi, Meloni, Pace e Peppucci) e Piano di prevenzione abbinato alla giornata regionale per la lotta alla droga, (Meloni, Pace, Peppucci, Pastorelli, Agabiti, De Luca e Mancini).

Approvate anche 8 proposte di RISOLUZIONE (fra queste il Defr, Documento di economia e finanza regionale 2023-25). APPROVATE 37 mozioni: Ripristino misure in favore aree colpite dal sisma 2016 (consigliere Bianconi); Adozione strumento Gender responsive public procurement (Carissimi e Fioroni); Contrasto alle dipendenze patologiche (Meloni); Salvaguardia fiume Topino (Pastorelli e Fioroni); Modifica sistema codici Ateco nel turismo (Pastorelli e Fioroni); Stato di emergenza climatica (Bori, Bettarelli, Meloni, Paparelli, De Luca e Bianconi); Turismo accessibile progetto bandiera lilla (Carissimi); Accesso al credito Pmi (Bianconi); Crisi Russia-Ucraina (Bori, Bettarelli, Meloni, Paparelli e Porzi); Conflitto russo-ucraino (Pace-Squarta); Impegno Regione Umbria su eventi bellici (Pastorelli, Fioroni, Nicchi, Carissimi e Puletti);

Tavolo di coordinamento per popolazione ucraina (Bianconi); Assegnazione dirigente casa circondariale Orvieto (Peppucci); Immissione trote nei bacini umbri (Puletti e Mancini); Centro concorsuale “Lanari” e nuova sede commissariato (Squarta); Efficientamento impianti sportivi contro il caro energia (Pastorelli, Carissimi, Nicchi, Puletti e Fioroni); Contributi associazioni venatorie (Mancini, Pastorelli e Puletti); Rifunzionalizzazione presidi ospedalieri Noprcia e Cascia (Carissimi, Peppucci, Pastorelli e Fioroni); Unità spinale unipolare (Fioroni, Pastorelli); Presidio medico Pietralunga (Puletti); Comunità energetiche (Fora, Bettarelli e De Luca); Screening carcinoma gastrico (Bori e Bettarelli); Contrasto a fuga dei cervelli (Carissimi); Inclusione femminile nel mondo lavorativo (Fioroni e Pastorelli); Interventi urgenti viabilità (Mancini, Puletti e Peppucci);

Cadute dall’alto (Meloni); Rsa e Rp, colmare distanziamento sociale coi cari (Carissimi); Postazione Primo intervento Ospedale di Umbertide (Puletti, Mancini e Pastorelli); Economia circolare con prodotti assorbenti personali (Meloni); Revisione articolo 18 legge 157/1992 Protezione fauna selvatica (Puletti, Mancini e Pastorelli); Contrasto emergenza siccità (Carissimi e Pastorelli); Richiesta al governo di sostegni contro caro gas-energia (Pastorelli, Fioroni, Mancini, Nicchi, Carissimi e Puletti); Ciclomobilità urbana e cicloturismo (Carissimi); Impianti fotovoltaici (Pastorelli, Carissimi, Fioroni; Nicchi e Puletti); Umbria strumento di pace (De Luca, Bettarelli, Bianconi, Bori, Meloni e Paparelli); Odontoiatria sociale per disabili, anziani e fragili (Carissimi, Pastorelli e Fioroni); Psicologi nel servizio sanitario regionale (Fora).

Sono state RESPINTE 15 mozioni: Misure contrasto al caro energia (Meloni, Bori, Bettarelli, Bianconi, Porzi e Fora); Contrasto al caro energia e accesso a rinnovabili (Bianconi); caro energia sostegno famiglie e imprese (De Luca); Caro libri, sostegno a famiglie (Bori e Meloni); Installazione impianti da fonti rinnovabili (Bori e Meloni); Contenimento peste suina africana (Bianconi); Salvaguardia Tpl scongiurare spopolamento (Bianconi); Caro energia e imposte (Bianconi); Rinnovabili e filiere corte regionali (Bianconi); rimborso spese acquisto parrucche anche per non oncologici (Meloni); Interventi per impianti natatori (Bettarelli); Modifiche a divieto installazione impianti fotovoltaici (De Luca); Gubbio polo eccellenza idrogeno (De Luca, Paparelli e Bianconi); Proroga contratti personale sanitario dopo pandemia (Meloni e Bettarelli); Video sorveglianza inquinamento industriale (De Luca).

RINVIATE in Commissione per ulteriori approfondimenti 8 mozioni: Impianti ventilazione ricambi aria nelle scuole (Meloni); Reddito alimentare (Bori); Screening tumori al seno (Meloni); Piano eliminazione barriere architettoniche (Bettarelli); Autonomia energetica regionale (Carissimi); Aggiornamento sistema protezione civile (Bettarelli); Fondo rotativo imprese per credito agevolato (Bianconi); Potenziamento guardie ambientali (Pastorelli e Fioroni). 116 INTERROGAZIONI hanno avuto risposta durante le sedute question time.

Attività delle COMMISSIONI: la Prima commissione ha svolto 31 sedute e 7 audizioni; la Seconda commissione 39 sedute e 25 audizioni; la Terza commissione 34 sedute e 26 audizioni. Il Comitato di controllo si è riunito 12 volte e ha svolto 1 audizione. La Commissione speciale per le riforme statutarie e regolamentari si è riunita 9 volte, svolgendo anche 9 audizioni sul territorio regionale per condividere le ipotesi di riforma con gli altri enti e i soggetti interessati. Nel corso del 2022 si sono riunite anche le Commissioni speciali d’inchiesta: quella su Analisi e studi su criminalità organizzata e infiltrazioni mafiose, corruzione, riciclaggio e narcotraffico si è riunita 3 volte e ha svolto 2 audizioni, partecipando anche ai lavori dell’Osservatorio antimafia, di cui la Regione Umbria si è dotata; la Commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza sanitaria durante la pandemia si è riunita 6 volte e ha svolto 8 audizioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*