Ballottaggi, Lega, gran pezzo elettorato non ha votato, serve riflessione

Diciamo che avremmo voluto vincere, non sono particolarmente contento

Ballottaggi, Lega, gran pezzo elettorato non ha votato, serve riflessione

Ballottaggi, Lega, gran pezzo elettorato non ha votato, serve riflessione

“Diciamo che avremmo voluto vincere, non sono particolarmente contento, ma quando si perde si perde, anche se il dato è l’astensione di tanti dei nostri che non sono andati a votare”. Così Dario Galli, deputato della Lega di Tradate, nel Varesotto ed ex viceministro per lo sviluppo economico nel Conte I, commenta all’Adnkronos la sconfitta nella ‘capitale’ della Lega, dove il sindaco uscente di centrosinistra, Davide Galimberti è stato riconfermato.

Fonte AdnKronos


“A Varese – ricorda Galli – avevamo preso solo il 14% al primo turno, quindi un gran pezzo del nostro elettorato non è andato a votare”. Per l’ingegnere leghista “nella Lega ora serve una riflessione, dobbiamo capire come recuperare il nostro elettorato abituale, non è normale arrivare a queste percentuali di astensione”.

Poi Galli spiega che “ormai siamo un partito molto grande, quindi non puoi pensare che tutti la pensino allo stesso modo”. “Non vedo – assicura – l’enorme differenza tra giorgettiani e salviniani, ma serve una riflessione”. La sconfitta di Varese per il deputato della Lega non deve però essere letta come figlia della nuova o vecchia Lega: “Piazza Repubblica a Varese – sottolinea – è infrequentabile dopo le sei di sera, ora poi aumenteranno le tasse, l’Imu sulle seconde case, ma forse agli italiani va bene così”. “A me – conclude – dispiace per gli italiani che si lamentano ma poi vanno a votare per chi consente gli sbarchi”. (Sai/Adnkronos)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*