Approvato il DDL della giunta umbra “Modificazioni e integrazioni di leggi regionali”

Presidente Tesei incontra rappresentanti di Abi e Banca d’Italia

Approvato il DDL della giunta umbra “Modificazioni e integrazioni di leggi regionali”

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato a maggioranza (con 12 voti favorevoli della maggioranza, 6 contrari dell’opposizione e l’astensione di Fora-Patto Civico) il disegno di legge della Giunta ‘Modificazioni e integrazioni di leggi regionali’. Il ddl riguarda tre testi approvati nell’anno in corso: la legge regionale ‘1/2021’ (Disposizioni in materia di soccorso alpino e speleologico); la ‘3/2021’ (Disposizioni collegate alla Legge di stabilità 2021-2023 della Regione Umbria); e la ‘7/2021’ (Modificazioni ed integrazioni della legge regionale ‘22/2008’ ‘Norme per la ricerca, la coltivazione e l’utilizzo delle acque minerali naturali, di sorgente e termali’).


Fonte: Acs Umbria


L’atto si è reso necessario per evitare il rischio di impugnativa da parte del Governo. Tra le modifiche, la maggior parte di carattere formale, quella sul personale dell’associazione Seu, con l’impossibilità per il Consorzio Villa Umbra di subentrare nella titolarità dei contratti di lavoro per disomogeneità della natura giuridica dei due enti. Quindi il Consorzio subentra a Seu per la formazione del personale e Seu continuerà a mettere a disposizione di Villa umbra il personale. Approvati a maggioranza due EMENDAMENTI.

Uno a firma dell’assessore Roberto Morroni che prevede la possibilità per l’Agenzia forestale regionale di procedere ad assunzioni esclusivamente di operai addetti a lavori di sistemazione idraulico forestale e idraulico agraria con contratto di lavoro a tempo determinato di durata non superiore a 120 giornate lavorative. Approvato anche un emendamento a firma Simona Meloni (Pd), Marco Squarta (FdI), Paola Fioroni (Lega), Michele Bettarelli (Pd) ed Eleonora Pace (FdI) che modifica la legge regionale in materia di nomine consentendo la cumulabilità degli incarichi di revisore unico o di membro effettivo di collegio sindacale o di revisore contabile fino a un massimo di due.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*