3A-Parco tecnologico agroalimentare dell’Umbria, approvato un bilancio 2020 molto positivo

 
Chiama o scrivi in redazione


3A-Parco tecnologico agroalimentare dell’Umbria, approvato un bilancio 2020 molto positivo

Si è riunita oggi, in sede ordinaria, l’Assemblea degli azionisti di 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, società in house providing della Regione Umbria. L’Assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2020 con un risultato economico molto positivo, migliorativo rispetto alle previsioni del documento programmatico nonostante le difficoltà che l’anno di pandemia ha generato per tutto il tessuto produttivo regionale e nazionale.

“La riorganizzazione che stiamo portando avanti delle società partecipate e della loro mission – ha dichiarato nel corso della conferenza stampa successiva all’Assemblea la Presidente della Regione Donatella Tesei – è stata pienamente colta da 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria e dal suo Amministratore unico Marcello Serafini, che voglio pubblicamente ringraziare per i risultati conseguiti. Questa società sta puntando ad accrescere l’utilità dei servizi offerti ad imprese e cittadini. Mettendo in rete le nostre società partecipate e creando team specializzati al loro interno, in grado di dialogare tra loro, puntiamo a cogliere a pieno le opportunità che saranno messe in campo dal PNRR e a riuscirle a tradurre in azioni con efficaci ricadute economiche per i nostri territori”.

“Esprimiamo grande favore – ha confermato Roberto Morroni, Vice Presidente ed Assessore Regionale alle politiche agricole e agroalimentari ed alla tutela e valorizzazione ambientale –  per le attività sviluppate nel corso di questi mesi, confermate anche dagli indicatori e dai risultati di bilancio. L’apprezzamento per la nostra società in house 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria è molto elevato anche per la grande collaborazione sviluppata con l’Assessorato su idee progettuali strategiche come i 4 Tavoli: digitalizzazione, qualità, aggregazione e semplificazione burocratica voluti dall’Assessorato stesso.”

Il valore della produzione si è incrementato passando da 2.594.000 euro dell’anno 2018 a 3.450.000 euro del 2020. Il significativo aumento è principalmente dovuto all’aumento dei volumi dell’Area Certificazione ed in particolare per il sistema di certificazione SQNPI – sistemi di qualità produzione integrata.

L’utile d’esercizio in conformità alla previsione dell’art.30 dello Statuto Sociale è stato accantonato a riserva legale nella misura di legge ed a reintegro della riserva statutaria “Fondo Consortile”.

La società ha mantenuto nel corso dell’anno lo stesso numero di dipendenti (26) incrementandolo di 2 unità solo a partire da maggio 2021, in linea con le previsioni che confermano un andamento positivo anche per l’esercizio attuale.

L’Assemblea degli azionisti ha approvato anche il principale atto di indirizzo della società rappresentato dal Documento programmatico per il triennio 2021-2023 ed il piano annuale 2021. Oltre alla conferma della programmazione già consolidata della società è stato rafforzato il settore Ambiente con l’acquisizione della redazione della “Strategia Regionale dello Sviluppo Sostenibile” ed il coordinamento per la redazione del “Piano Preliminare” e del “Piano regionale per la gestione dei rifiuti – PRGR”, due macro pilastri della pianificazione regionale dei prossimi anni.

L’assetto organizzativo della società è stato oggetto di revisione con l’accorpamento di alcune funzioni, la completa revisione delle attività di e-procurement, con l’individuazione di un nuovo responsabile nonché di compliance con l’introduzione di una nuova area di staff, nonché la previsione di una nuova area di “scouting” delle potenzialità di mercato ed implementazione delle attività future definita “progetti speciali”.

“Non posso che esprimere soddisfazione per la grande versatilità e reattività di una struttura – ha dichiarato Marcello Serafini, Amministratore Unico di 3A-PTA – che ha raccolto con favore le nuove sfide ed anche gli interventi di innovazione introdotti nel corso dell’anno”.

“Un anno questo – prosegue Serafini – in piena crisi epidemica e non certo semplice, in quanto caratterizzato da una situazione di evidente disagio per i lavoratori e le persone, che ha alterato anche lo stile del lavoro. Per questo anche il cambiamento di funzioni, ruoli ed attività, non era affatto scontato. Invece, tutto il personale, seppure struttura snella, ha raccolto la sfida che gli è stata proposta con esito favorevole e con grande spirito di collaborazione. Ai soci tutti va un altro sincero ringraziamento per aver creduto con altrettanta fiducia, anzi spingendola, una maggiore e più stretta collaborazione fra le parti”.

“Ci auguriamo pertanto – conclude l’Amministratore Unico di 3A-PTA –  che, anche per il tramite della Conferenza dei soci, organo di nuova istituzione statutaria, la cui Presidenza è stata affidata per il prossimo triennio al Sindaco del Comune di Todi Antonino Ruggiano, si possano esprimere tutte le potenzialità che 3A-PTA è in grado di offrire allo sviluppo del territorio regionale e nazionale. A lui il mio più convinto “in bocca al lupo” con la convinzione che saprà sostenerci in tutte le prossime sfide”.

Al termine della conferenza stampa la Presidente Tesei ha incontrato tutti i dipendenti di 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria per complimentarsi con loro per il lavoro svolto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*