Sul turismo 4 anni di ritardo, approvati gli interventi che sconfessano sindaco e giunta

Sul turismo 4 anni di ritardo, approvati gli interventi che sconfessano sindaco e giunta

Sul turismo 4 anni di ritardo, approvati gli interventi che sconfessano sindaco e giunta Il Consiglio Comunale di Perugia ha approvato all’unanimità un ordine del giorno su interventi e politiche per il turismo a firma del Consigliere Comunale di maggioranza Vignaroli, con cui, chiedendo a Sindaco e Giunta di recepire una relazione che prevede una serie di azioni da mettere in atto per il turismo, di destinare il gettito della tassa di soggiorno a interventi finalizzati esclusivamente allo sviluppo del settore turistico e alla tutela dei beni culturali e di istituire un tavolo permanente periodico di confronto con gli operatori turistici, concordando con essi l’impegno delle risorse, specificatamente della tassa di soggiorno.

Con l’approvazione di questa proposta, con cui tutto il Consiglio Comunale chiede un cambio di marcia in termini di politiche culturali di promozione turistica di Perugia, la maggioranza di fatto sconfessa il lavoro svolto in questi quattro anni dall’Assessore alla Cultura Severini.

L’atto conferma ed evidenzia, prima di tutto, che questa Giunta non è riuscita ad abolire la tassa di soggiorno, non è stata in grado per l’ennesima volta di mantenere la promessa fatta in campagna elettorale ai proprietari delle strutture ricettive della città. Oltre a non aver abolito l’imposta, ad oggi i proventi risultanti da tale tassa non vengono neanche in minima parte utilizzate per la promozione turistica di Perugia., ma finiscono nella fiscalità generale.

Su questo punto ci teniamo a sottolineare che come Gruppo Consiliare del Partito Democratico abbiamo presentato un ordine del giorno (testo in allegato) con cui chiediamo di vincolare gli introiti derivanti dall’imposta di soggiorno ad una progettualità mirata, che incentivi realmente il turismo nella nostra città, evitando che essi finiscano in maniera indistinta nel bilancio comunale.

Con l’atto approvato ieri in Consiglio Comunale, inoltre,  vengono messe in evidenza e segnalate politiche culturali e di promozione turistica da parte autoreferenziali, chiuse al confronto ed al dialogo sia con gli operatori del settore, sia con le altre istituzioni, soggetti che devono al contrario essere interlocutori necessari per poter mettere in campo azioni mirate finalizzate alla promozione della nostra città, per predisporre piani specifici e coordinati negli ambiti dell’accoglienza, della promozione e della valorizzazione degli attrattori turistici. Quanto emerso da dibattito avvenuto durante la seduta dell’assise comunale conferma quanto noi stiamo dicendo dall’inizio della legislatura e mette in luce l’insufficienza dell’operato dell’assessorato alla cultura.
Grazie a questo e al nuovo atto che abbiamo presentato oggi, vogliamo imprimere un’inversione di tendenza nel settore.

I Consiglieri comunali

Tommaso Bori
Sarah Bistocchi
Erika Borghesi
Leonardo Miccioni
Alvaro Mirabassi
Emanuela Mori
Elena Ranfa
Alessandra Vezzosi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*