Nuovo stadio Curi, altro sopralluogo, incontri serrati per decidere

 
Chiama o scrivi in redazione


Nuovo stadio Curi, altro sopralluogo, incontri serrati per decidere

Le delegazioni di Comune, Credito Sportivo e Cassa depositi e prestiti, sabato 3 ottobre alle ore 11, hanno varcato i cancelli dello stadio Curi. Oltre al sindaco Andrea Romizi, c’erano l’assessore allo Sport Clara Pastorelli, l’assessore all’Urbanistica Margherita Scoccia, il dirigente Fabio Zepparelli, il tecnico comunale Giacomo Capone, una delegazione di Cassa depositi e prestiti guidata dal manager Andrea Fanell, un delegato del Credito Sportivo e un rappresentate del Perugia calcio.

Curva nord, tribuna, curva Sud, gradinata, tutto il perimetro dello stadio è stato passato all’attenzione del gruppo di lavoro. Si stanno vagliando le tre opzioni che sono state già discusse nel corso di un incontro che si è tenuto nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori. Una di queste sarebbe quella di lavorare sull’impianto esistente.

Cassa Depositi e Prestiti pensa a una capienza da 12 mila persone che potrebbe essere aumentata di 4.500 unità. L’amministrazione comunale aveva in mente un impianto dotato di copertura, per adibirlo a funzioni culturali e ricreative, dai concerti alle manifestazioni cittadine. capace di accogliere tra i 16 mila e i 20 mila spettatori. L’obiettivo sarebbe quello di far vivere la struttura tutto l’anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*