Covid-19, sostegno agli affitti per i lavoratori dipendenti o autonomi

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid-19, sostegno agli affitti per i lavoratori dipendenti o autonomi

“Abbiamo presentato un Ordine del giorno per chiedere al Comune di Perugia di farsi promotore nei confronti della Regione, per istituire un fondo speciale da destinare ai Comuni, al fine di elargire un contributo straordinario e a fondo perduto per sostenere il pagamento degli affitti da parte delle persone che hanno subito un forte danno economico a causa della crisi scaturita dal coronavirus”.

Di questo tratta un ordine del giorno presentato dal Consigliere del Pd Francesco Zuccherini e firmato da tutti i gruppi del centro sinistra a Palazzo dei Priori.

“In questo difficile momento – afferma Zuccherini – per i cittadini come per l’intero Paese, in tutte le sue mille sfaccettature, ci impone un serio ragionamento sulle azioni da mettere in campo, anche a livello locale”.

“Molte persone, che hanno visto ridurre le proprie entrate per colpa dell’emergenza, si trovano oggi a fronteggiare molte difficoltà. Per contrastarle è intervenuto, in parte, il Governo tramite alcune misure, tra cui la sospensione dei mutui per i cittadini costretti ad interrompere il proprio lavoro. Ma nulla è stato ancora impegnato per aiutare le tante persone che pagano affitti e che sono ora in Cassa Integrazione o che hanno dovuto chiudere le proprie attività. Altre Regioni, come la Toscana, per colmare queste lacune, sono già intervenute impegnando ingenti risorse con questa finalità. In Umbria ancora nulla è stato fatto”.

“E’ per questo – conclude Zuccherini – che con il nostro atto chiediamo al Comune di farsi promotore nei confronti della Regione Umbria del sostegno dei canoni di locazione per tutti quei cittadini, lavoratori dipendenti o autonomi, che hanno subito una contrazione del reddito a causa della crisi scaturita dalla diffusione del coronavirus, impegnando specifiche risorse e assegnandole ai Comuni, per poterle erogare secondo specifici criteri”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*