Costruire un centro civico, ma dove? Lettera aperta al riconfermato Sindaco Romizi

Costruire un centro civico, ma dove? Lettera aperta al riconfermato Romizi

Costruire un centro civico, ma dove? Lettera aperta al riconfermato Sindaco Romizi

da Renzo Baldoni (Portavoce Regionale Energie per l’Italia)
Per venti anni abbiamo combattuto contro le amministrazioni di centro sinistra ( Maddoli/Locchi/Locchi/ Boccali ) per avere nel centro del nostro paese delle aree verdi attrezzate e spazi per facili ed ampi parcheggi.

Battaglie vinte, dal centro destra all’opposizione, per la nostra determinazione nella visione di una città vivibile e compatibile ambientalmente.

Un giusto riconoscimento per il saccheggio urbanistico che il territorio ed i suoi cittadini hanno dovuto subire.

Alla fine si sono dovuti ”arrendere“ ed ora tutti possono godere in libertà questi spazi.

Ma è mai possibile che ora una amministrazione di centro destra che io ho favorito nella vittoria finale del 2014, contravvenendo alle nostre ventennali battaglie, rinneghi tutto questo è decida di occupare uno spazio vitale per la nostra comunità per costruirvi il centro civico?

E’ mai possibile che i lavori di “picconatura” dell’area in questione avvenga subito dopo le avvenute elezioni che ti hanno visto vincitore e non prima per non fomentare il dissenso su questa folle decisione?

Sì perché già da giovedì 6 giugno la configurazione del mercato avrà un altro aspetto.

Sindaco, prendi un periodo di riflessione, pensiamo insieme ad una muova ubicazione, varie altre soluzioni ci sono ed è molto strano che gli assessori competenti ed i dirigenti di settore non ti abbiano presentato prima altre soluzioni.

Tutti vogliamo un centro civico unico, ma tutti e dico tutti rifiutano profondamente la scelta del sito che va a distruggere una importante piazza di aggregazione.

Ci sono almeno altre 3/4 soluzioni estremamente valide, CVA – IPOGEO – Margaritelli- De Megni ed altre che non menziono perché potrebbero interessare a privati.  

Sindaco, sei ancora in tempo, e se anche mal consigliato puoi ritornare indietro su questo progetto.

Potrebbe essere un grande segnale di cambiamento, sicuramente molto apprezzato da tutti.

E la nuova Giunta ed il nuovo Consiglio Comunale che andranno a costituirsi a breve non potranno più dire niente, ma fornire semplicemente un Sì servile?

E questo sarebbe il nuovo che avanza?    

Ammettete un errore è da saggi e da illuminati, perseverare è soltanto dannoso oltre che diabolico.

 

Commenta per primo

Rispondi