In otto Comuni umbri prende il via il progetto #Gemma, il sapere è prezioso

La prima inaugurazione è in programma giovedì 24 ottobre (ore 17,30) a Giano dell’Umbria, venerdì 25 ottobre (ore 15) sarà la volta di Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


In otto Comuni umbri prende il via il progetto #Gemma, il sapere è prezioso

di Martina Rastelli
In otto Comuni umbri prende il via il progetto #Gemma, il sapere è prezioso.
#Gemma, il sapere è prezioso è un progetto di animazione digitale gratuito finalizzato ad accrescere la qualità della vita, il benessere delle persone e la cultura digitale in 6 zone sociali dell’Umbria.

Il progetto ha una durata di 18 mesi, prevede 350 incontri della durata di circa 4 ore e la realizzazione di oltre 60 laboratori di animazione alla scoperta del mondo digitale.

Questa innovazione è finanziata dalla Regione Umbria con le risorse del Por-fse 2014-2020 nell’ambito del programma #OpenUmbria, che prenderà il via da questa settimana.

Il progetto è stato presentato da enti pubblici e privati quali: il Comune di Montone (soggetto capofila), Anci Umbria, Comune di Spello, Comune di Giano dell’Umbria, Fondazione Golinelli, Ic Togiano-Bettona, Liceo Properzio Assisi e Giove In Formatica Srl.

I Comuni coinvolti rappresentano sei zone sociali: Montone, Umbertide, Torgiano, Assisi, Deruta, Spello, Spoleto e Giano dell’Umbria.

Il progetto

Il primo sportello di assistenza digitale gratuita sarà inaugurato a Giano dell’Umbria, giovedì 24 ottobre, alle ore 17,30 presso la Biblioteca locale (situata a Bastardo).

I laboratori di animazione digitale gratuiti inizieranno venerdì 25 ottobre, alle ore 15, presso il palazzetto del Capitano del Perdono Santa Maria degli Angeli, al Digipass di Assisi.

I laboratori sono di quattro tipi: sportelli di assistenza digitale per fornire assistenza ai cittadini sul territorio per l’accesso ai servizi online; pillole digitali con laboratori di durata breve su argomenti di interesse generale come servizi per i cittadini, identità digitale, web, app e smartphone; percorsi tematici con azioni di animazione digitale dedicate a target specifici: donne; famiglie e bambini, over 65, lavoratori, disoccupati e associazioni; sviluppo di una rete di digital volunteers, a supporto delle comunità locali.

LEGGI ANCHE: Acquisti su internet: le cooperative in campo per salvare il “commercio”

Le finalità

Le finalità de progetto sono:  accompagnare i cittadini nello sviluppo di abilità digitali indispensabili per le attività quotidiane e nel dialogo con la Pubblica amministrazione; ridurre il divario di sapere digitale degli over 65, sostenendo l’uso di tecnologie per la comunicazione (PC, Internet, applicazioni digitali); attivare una comunità digitale che coinvolge giovani, NEET, anziani e associazioni in interventi di innovazione sociale; accrescere il grado di utilizzo di internet nelle famiglie e promuovere un uso consapevole dei social media nei giovani; incentivare l’accesso ai servizi digitali dedicati a imprese e lavoratori e agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro di giovani e disoccupati/e.

Alcuni esempi sono: “il web per tutti”, “tecnologie smart”, “e-commerce”, “Umbria salute” e la “banca online”.

Partecipare è semplice: basta iscriversi nell’apposito format che si trova nel sito online (www.progettogemma.it) o presentarsi agli incontri inaugurali.

 Le sei zone sociali dell’Umbria

Zona Sociale 1: Città di Castello, Citerna, Lisciano Niccone, Montone, Monte Santa Maria Tiberina, Pietralunga, San Giustino, Umbertide.

Zona Sociale 2: Perugia, Corciano, Torgiano.

Zona Sociale 3: Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica

Zona Sociale 4: Marsciano, Collazzone, Deruta, Fratta Todina, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, San Venanzo, Todi.

Zona Sociale 8: Foligno, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Montefalco, Nocera Umbra, Sellano, Spello, Trevi, Valtopina.

Zona Sociale 9: Spoleto, Giano Dell’Umbria, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi.

1 Trackback / Pingback

  1. La case history #EmerGemma in Umbria, strumento utile per combattere il distanziamento sociale

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*