Covid: Coldiretti, zona gialla in Sicilia niente tavolate in 23 mila ristoranti

Covid: Coldiretti, zona gialla in Sicilia niente tavolate in 23 mila ristoranti
Foto AdnKronos

Covid: Coldiretti, con zona gialla in Sicilia niente tavolate in 23 mila ristoranti

Con il passaggio della Sicilia in zona gialla e il relativo limite massimo per tavolo tra non conviventi saltano le tradizionali tavolate estive nei 23mila ristoranti, trattorie pizzerie e agriturismi dell’Isola nel pieno della stagione turistica .

Lo sottolinea la Coldiretti in riferimento agli effetti del cambio di colore che oltre a rendere obbligatorio di nuovo l’uso di mascherine all’aperto ad eccezione dei bambini sotto i sei anni e di chi fa sport, prevede un massimo di 4 persone per tavolo sia al chiuso che all’aperto anche per le feste e i ricevimenti, compresi i matrimoni che tradizionalmente si moltiplicano a partire dal mese di settembre.

LEGGI ANCHE – Voucher centri estivi 2021 anche per le fattorie didattiche. La soddisfazione di Coldiretti Umbria per il risultato raggiunto

Una misura di sicurezza che – spiega l’associazione – impatta sul “bisogno di convivialità degli italiani in vacanza ma pesa anche sugli incassi della ristorazione dopo le pesante perdite subite per i lockdown”, senza contare che la necessità di mantenere almeno un metro di distanza tra i tavoli riduce drasticamente gli spazi disponibili per il servizio. L’ impatto negativo si trasferisce a cascata sull’intera filiera con la riduzione di acquisti di prodotti alimentari e vino dalle aziende agricole ma anche di addobbi floreali con il contenimento del numero di inviatati o addirittura il rinvio delle cerimonie.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*