Covid-19, Umbria rimane bianca, Sardegna potenzialmente gialla

Covid-19 Umbria rimane bianca, Sardegna potenzialmente gialla

Covid-19, Umbria rimane bianca, Sardegna potenzialmente gialla

di Bruna Almeida Paroni

L’Umbria rimane ancora in zona bianca, insieme alla Basilicata, Puglia e Molise.

Secondo i dati disponibili sul sito della Regione e aggiornati alla data del 17 gennaio, sono stati segnalati all’Usl regionale 774 nuovi casi, un calo del 59% rispetto a ieri, 16 gennaio, mentre 27.680 sono le persone ancora positive al covid-19. Il numero di guariti si aggira sui 99.428 e i decessi totalizzano 1.562. Attualmente, negli ospedali umbri sono 228 i ricoverati e 27.452 in isolamento contumaciale. Infine, la totalità di casi covid registrati in Umbria è di 128.670.

La Sardegna, che fino a oggi faceva anch’essa parte delle regioni “bianche” potrebbe, secondo le proiezioni, diventare gialla.

I dati che confermeranno il suo ‘declassamento’ saranno resi disponibili domani dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali – Agenas. Il cambio di colore dipenderà dalla pressione dei pazienti positivi sui reparti ospedalieri dell’Isola.

Secondo quanto riportato dall’Agenzia, oggi 17 gennaio, la percentuale di posti letto occupati da pazienti Covid negli ospedali sardi ha raggiunto il 15% (fino a oggi era del 14%, motivo per cui la Sardegna finora è stata considerata “zona bianca”). Si osserva anche il superamento della soglia del 10% dell’occupazione nelle terapie intensive dall’ultimo 6 gennaio, oggi segnalando il 14%. A questi dati si aggiunge anche il fatto che la Sardegna valica la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti sin dalla fine del 2021.

Rifacendosi al decreto firmato il 23 dicembre 2021 dal presidente Draghi, il cambio di colore (cioè, da bianco a giallo) non comporta grandi restrizioni purché i cittadini siano in possesso del super green pass.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*