Cei, Cardinale Bassetti, il discorso di congedo durante Assemblea Generale 🔴 VIDEO

Cei, Cardinale Bassetti, il discorso di congedo durante Assemblea Generale

“Una Chiesa in ascolto dello Spirito è anche una Chiesa che, quando necessario, sa disturbare i governanti, chiedendo di tenere alto il livello della discussione, di uscire dalle logiche esclusivamente economiche e di mettere al primo posto la dignità della persona, di ogni persona”. Lo ha sottolineato il cardinale Gualtiero Bassetti nel suo discorso di congedo dalla presidenza della Cei.

“A questo proposito, – ha aggiunto – è opportuno e mi fa piacere sottolineare alcuni dati che Caritas Italiana ha reso noto di recente. In particolare, rilevo che le Diocesi italiane, attingendo ai fondi diocesani, stanno svolgendo attività di accoglienza e integrazione: ad oggi 148 diocesi hanno accolto quasi 11.000 ucraini, di cui circa 5.000 minori”.

“La Croce Rossa del Comitato Municipio 9 di Roma rischia di restare senza una sede e di dover fermare le sue attività a causa della richiesta di sgombero del territorio e locali di via Ardeatina 1265 fatta dalla Parrocchia S. Maria del Divino Amore dove da tempo i volontari hanno una sede che consente loro di parcheggiare i mezzi e di avere un ufficio”. A lanciare l’allarme è lo stesso Comitato Municipio 9 di Roma della Croce Rossa Italiana.

“Abbiamo più volte chiesto di poter trovare uno spazio alternativo essendo l’area molto vasta – dice Giovanni Izzo, presidente della Cri Roma 9 – ma non abbiamo trovato un riscontro purtroppo. Il problema per noi è, in particolare, avere la disponibilità di uno spazio dove parcheggiare i mezzi che servono per il trasporto di disabili e di persone inferme o per le nostre Unità di Strada in sostegno delle persone senza dimora”.

“Quell’area che ci è stata concessa tempo fa consentirebbe di trovare un’alternativa. Non capiamo, invece, perché questa possibilità non ci venga concessa – continua – Se portiamo via i nostri mezzi non sapremmo, ad oggi, dove parcheggiarli e questo causerebbe un enorme danno alle nostre attività solidali che non hanno, come noto, scopo di lucro, ma sono a beneficio della comunità e del territorio. Facciamo appello a monsignor Feroci a trovare con noi una soluzione o in alternativa chiediamo di avere il tempo di organizzarci per trovare una nuova area di parcheggio”.

“Su questo sollecitiamo anche altri enti o privati della zona che possano venirci incontro e proporci soluzioni. Siamo rispettosi delle decisioni della Parrocchia ma vorremmo maggiore attenzione per la ricerca di una soluzione positiva”, conclude il rappresentante Cri del Comitato Roma 9.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*