Ustionato mentre accendeva braciere, muore dopo giorni di agonia

 
Chiama o scrivi in redazione


Ustionato mentre accendeva braciere, muore dopo giorni di agonia

Ustionato mentre accendeva braciere, muore dopo giorni di agonia

Si era ustionato nella sua abitazione di Lama nella notte tra il 10 e l’11 dicembre scorso. M.M., di 66 anni, è morto dopo più di 20 giorni. L’uomo, si trovava ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Pisa dov’era stato trasferito nelle ore successive al fatto. Aveva ustioni sul 90% del corpo. Lo scrivono oggi i quotidiani locali.

© Protetto da Copyright DMCA

Il sessantaseienne era rimasto gravemente ustionato mentre tentava di accendere un braciere nel cuore della notte.

Le fiamme avevano invaso il piano terra e avevano raggiunto l’uomo che era stato letteralmente investito dal fuoco. I primi ad accorgersi e a prestare soccorso erano stati i vicini di casa dell’uomo.

Alcuni di loro avevano quindi chiamato i vigili del fuoco intervenuti con due squadre. Trasportato all’ospedale di Città di Castello le sue condizioni erano parse gravissime sin da subito.

Visto il quadro clinico particolarmente complesso ne era stato disposto immediatamente il trasferimento al Centro Ustioni dell’ospedale di Pisa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*