Umbria 28 casi positivi di coronavirus, fine quarantena per 70 persone

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, primo morto in Umbria, un tifernate ricoverato a Perugia

Umbria 28 casi positivi di coronavirus, fine quarantena per 70 persone

Settanta persone sono state “liberate” dall’isolamento fiduciario. Erano persone in quarantena volontaria dopo aver avuto contatti con pazienti risultati positivi. Il dato è stato diffuso ieri dalla Regione. 43 sono in provincia di Perugia e 27 nel ternano. Nella giornata di ieri, comunque, altri due tamponi hanno dato esito positivo: un altro caso nella cittadina di Baschi e una ragazza della zona di Chiusi, in Toscana, che ha rapporti con persone in Umbria ed anche per questo è stata presa in carico dalla Usl 2. I casi positivi sono 28 in Umbria, a questi va tolto l’imprenditore di Foligno tra i primi ad essere contagiato e sabato è risultato negativo, quindi sono 27.

Le persone in osservazione, alla mattina di ieri, erano 543: si trata di persone in buona salute, ma sotto controllo medico perché venute a contatto con soggetti risultati positivi al virus Covid-19: 376 sono nella provincia di Perugia e 167 in quella di Terni. Nel frattempo viene studiato un piano per gli ospedali: Pantalla scelto come struttura per il Covid-19, come punto di riferimento regionale per la gestione di una possibile fase acuta dell’emergenza coronavirus, poi ci sarebbe quello di Branca.

All’ospedale di Perugia alcuni prof hanno rinunciato ai propri uffici per consentire di allestire uno spazio ulteriore in grado di ospitare malati. In quell’area si potrebbero collocare almeno una decina di letti, che si andrebbero ad aggiungere ai 13 della Terapia intensiva oppure ai 12 delle Malattie infettive. Di questo si è parlato anche nel corso del summit nella sede della Protezione civile a Foligno tra il direttore della sanità regionale, Claudio Dario e i commissari delle quattro aziende.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*