Trasporto pubblico, Mancini (Lega): “Per reperire risorse tagliare spese inutili”

Taglio corse autobus Regione Umbria contiamo di ripristinare viaggi sospesi

Trasporto pubblico, Mancini (Lega): “Per reperire risorse tagliare spese inutili” Dove reperire i 16 milioni di euro che mancano alla Regione Umbria per coprire il costo del servizio di trasporto pubblico su gomma? Il capogruppo Lega Umbria, Valerio Mancini, indica alla Giunta regionale e in particolare all’assessore Chianella, le voci da tagliare in sede di assestamento di bilancio per arrivare a coprire il “buco” ed evitare riduzioni del personale e disagi ai cittadini.

Assestamento di bilancio per salvare il trasporto pubblico

“Per colpa della mancata programmazione della Regione Umbria adesso ci troviamo in una situazione dove ad essere penalizzati saranno studenti, lavoratori, anziani e classi sociali più deboli – spiega il leghista – Invece di scaricare le responsabilità e gli oneri su Province e Comuni attraverso una lettera infarcita di scuse, l’assessore Chianella farebbe bene ad assumersi le proprie responsabilità e darsi da fare per trovare una rapida soluzione. Personalmente intendo offrire il mio contributo in sede di assestamento di bilancio, allo scopo di permettere alla Regione Umbria di reperire quei fondi necessari a coprire il costo del servizio.

“Spese inutili”

Come fare? Si tagliano le spese inutili. Basterebbe ad esempio fare una cernita di tutti gli incarichi dirigenziali e apicali superflui ed eliminare i “doppioni”, come il direttore di Umbria Salute, figura che va a sovrapporsi, per incarichi e competenze, a quella dell’Amministratore unico. Uno stipendio megagalattico in meno, una poltrona in meno, più risorse per i cittadini. Si potrebbe poi risparmiare nei costi del personale e dei portaborse. Non è accettabile che in tempo di “liquidazione” della Giunta Marini si provveda ad assumere assistenti in più, quando all’interno degli uffici regionali ci sono persone valide e preparate e perfettamente in grado di aiutare gli assessori nell’esercizio delle loro funzioni. Altra operazione da fare è quella di rivedere le ingenti risorse destinate a Villa Umbra e a Sviluppumbria. Bisogna infine andare più a fondo della questione ed eliminare gli sprechi che riguardano i cosiddetti “carrozzoni” del PD, quel sottobosco utile alla sinistra per alimentare il consenso clientelare in periodo di elezioni. Ormai al termine della legislatura è arrivato il momento per il PD e la sinistra di rinunciare ai propri privilegi e aiutare veramente i cittadini, i lavoratori, le famiglie e gli studenti alle prese con i tagli ai servizi.

Attenzione alle zone del cratere

Particolare attenzione nella nostra battaglia verrà riservata alle zone del cratere post-sisma, visto che saranno proprio quei territori a venire maggiormente svantaggiati dai tagli al trasporto pubblico su gomma, con un rischio rilevante in termini di capillarità e qualità del servizio. A breve un incontro con i lavoratori delle zone di Norcia, Cascia e della Valnerina umbra per capire le criticità che anni di malagestione della giunta Marini e dell’assessore Chianella, stanno arrecando”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
17 ⁄ 17 =