Tagli al Tpl: sindacati incontrano presidente della Provincia Proietti

Tpl, sindacati: assurdo passaggio da lotto unico a 4 lotti. Incontro con le istituzioni avvenuto nella mattinata di lunedì 25 luglio

Tagli al Tpl: sindacati incontrano presidente della Provincia Proietti

“La mobilitazione contro i tagli al trasporto pubblico locale non interessa solo le lavoratrici e i lavoratori di Busitalia direttamente coinvolti, ma è una battaglia di tutta la cittadinanza, in difesa del diritto alla mobilità. Per questo è importante che la Provincia di Perugia abbia espresso totale solidarietà alla lotta che come sindacati stiamo portando avanti”.

È quanto affermano in una nota Cgil, Cisl e Uil, che ieri, 19 luglio, hanno incontrato la presidente della Provincia di Perugia, Stefania Proietti, in vista dello sciopero del Tpl proclamato per il prossimo 25 luglio.

Nel territorio provinciale i tagli alle corse dei bus imposti dalla Regione ammonteranno ad un totale di 300mila chilometri (quasi 300 volte l’intero Stivale, dalle alpi allo Stretto, hanno sottolineato i rappresentanti sindacali). Ma, cosa che più preoccupa sindacati e Provincia, il tutto in una totale assenza di confronto, anche rispetto all’imminente gara sul Tpl della quale si ignora l’entità economica e che, se fatta a più lotti, potrebbe secondo i sindacati “distruggere l’equilibrio del trasporto pubblico locale in Umbria”.

“Abbiamo espresso alla presidente Proietti le nostri forti preoccupazioni non solo per i risvolti occupazionali dei tagli, ma soprattutto per l’indebolimento del diritto alla mobilità pubblica, alternativa al mezzo privato, in un momento in cui caro carburanti, forte flusso turistico e crisi climatica dovrebbero spingere esattamente nella direzione opposta. È importante per noi – concludono i sindacati – aver ricevuto dalla presidente comprensione e vicinanza alla nostra lotta”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*