Pnrr sisma, altri 20 milioni per la Tre Valli

ci sono i soldi per realizzare una terza corsia sulla statale nel tratto dell’Alta Valnerina

Pnrr sisma altri 20 milioni per la Tre Valli

Pnrr sisma, altri 20 milioni per la Tre Valli

di Chiara Fabrizi

Ci sono i soldi per realizzare una terza corsia sulla statale Tre Valli nel tratto dell’Alta Valnerina. Sì, perché nelle ordinanze firmate dal commissario per la ricostruzione post sisma Giovanni Legnini e finanziate con i fondi del cosiddetto Pnrr sisma non ci sono soltanto i 7 milioni stanziati per la progettazione dell’ultimo tratto della Tre Valli, ossia quello tra Firenzuola e la E45 all’altezza di Acquasparta, ma anche 20 milioni che serviranno per progettare e costruire la corsia di arrampicamento riservata ai mezzi pesanti.


Fonte: Corriere dell’Umbria


Considerato che tutta la parte tecnica deve ancora essere svolta, i dettagli al momento noti riguardano soltanto il tratto di statale su cui si intende intervenire, vale a dire la decina di chilometri che collegano i territori di Borgo Cerreto e Norcia, precisamente tra i km 41,5 e 51,5. Per realizzare la terza corsia per i camion, anche questo è certo, servirà una rettifica del tracciato della Tre Valli nei dieci chilometri interessati, ma con quali modalità e soprattutto con quali interventi sarà soltanto la progettazione da avviare a stabilirlo.

La quota di finanziamenti stanziati con il Pnrr sisma in favore della statale, che dovrebbe connettere l’area interna della Valnerina e lo Spoletino con le principali arterie viarie del Paese, fa salire a oltre 100 milioni di euro il tesoretto delle risorse già assegnate alla Tre Valli. Sì, perché oltre ai 20 milioni per la corsia di arrampicamento Borgo Cerreto-Norcia e ai 7 milioni per la progettazione del tratto finale della statale, quello Firenzuola-Acquasparta, che però non è finanziato, in cassaforte ci sono altri 82,5 milioni per realizzare il penultimo stralcio della Tre Valli, che è lungo 4,4 chilometri e collegherà Baiano con Firenzuola.

Qui il progetto definitivo è stato approvato a ottobre dalla giunta guidata dalla presidente Donatella Tesei e ora è fermo al ministero dell’Ambiente, come affermato nei giorni scorsi dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Enrico Melasecche, che attende il via libera propedeutico a quelli successivi con cui il progetto deve diventare esecutivo per poter davvero iniziare i lavori. Discorso a parte, invece, per le ingenti risorse che serviranno per il completamento della Tre Valli tra Firenzuola- Acquasparta, sui quali non c’è ancora un computo, ma si è sempre parlato di 700-800 milioni di euro. Tutti da trovare.

Inutile rimarcare anche in questa sede l’importanza dell’arteria anche in chiave regionale. Certo la non certezza sui tempi di realizzazione tarpa in parte l’efficacia del progetto stesso. Comunque la rinnovata attenzione per la Tre Valli significa che la strada è tornata in agenda. E il particolare è stato rimarcato in più sedi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*