Montecastrilli, il 6 gennaio la rappresentazione della nascita di Gesù

Le vie e le piazze del centro storico si animeranno di figuranti per ricreare l'atmosfera del primo Natale

La natività a Montecastrilli

Montecastrilli, il 6 gennaio la rappresentazione della nascita di Gesù

Le vie e le piazze del centro storico si animeranno di figuranti per ricreare l’atmosfera del primo Natale

Si rinnova a Montecastrilli il clima del Natale con una nuova rappresentazione della nascita di nostro signore Gesù. Il 6 gennaio, con l’arrivo dei Magi, il centro storico del paese si anima, riportando i pellegrini che attraverseranno le vie del borgo nella suggestiva atmosfera della Betlemme di 2000 anni fa.


Di Rossano Pastura


La nascita di Gesù rappresenta il momento fondamentale della civiltà occidentale, fondata sui valori cristiani e cattolici. Il Natale è forse il passaggio religioso più sentito dai credenti, il punto di svolta per le nostre comunità, dove ognuno offre il proprio impegno e il proprio tempo per rendere questo evento più significativo.

Ecco allora che la comunità di Montecastrilli, grazie all’impegno della Pro Loco, della parrocchia e di diverse associazioni del paese, darà vita ancora una volta ad una serie di scene che accompagneranno i visitatori in un viaggio nel passato, facendoli tornare al tempo della nascita di Gesù e facendogli cogliere appieno tutta la portata storica di quell’avvenimento.

Lo scorso 26 dicembre, sono state molte le persone che hanno potuto apprezzare l’attenta ed efficace ricostruzione storica messa in piedi tra vicoli e piazzette del borgo montecastrillese che, per le sue caratteristiche, si presta molto bene a questo tipo di eventi.

Sotto l’attenta supervisione del parroco Don Piero i figuranti – circa 30 – hanno ricreato, e lo faranno nuovamente il 6 gennaio, l’atmosfera in cui oltre duemila anni fa nasceva Nostro Signore.

Un narratore accompagna i visitatori tra le varie location del presepe,  dove poi i vari personaggi danno forma e sostanza a scene di vita della Betlemme che faceva da sfondo alla nascita di Gesù.

Figuranti natività di Montecastrilli

Il luogo del censimento, i dialoghi tra i figuranti che contribuiscono a far capire il clima, politico, culturale e religioso, in cui si inseriva l’evento della nascita di Gesù per poi, passando tra arrotini, tessitori e mercanti, condurre i pellegrini alla scena principe, quella della natività, allestita nel teatro del paese, l’antica chiesa di S. Giovanni.  Qui un piccolo coro di bambini eseguirà davanti alla scena della natività alcuni caratteristici canti di Natale.

Una giovane coppia del posto, con il proprio bambino di pochi mesi, come già accaduto nelle altre giornate, rappresenterà la Sacra famiglia, così da rendere reale anche il momento più importante di tutta la rappresentazione.

Il giorno dell’Epifania, l’arrivo dei Magi rappresenterà l’inizio del percorso. Saranno infatti loro a guidare la processione sino alla grotta della natività,  e poi in chiesa, dove i bambini presenti riceveranno una solenne benedizione e un messaggio per il nuovo anno.

L’appuntamento quindi è per il 6 gennaio quando, dalle ore 17.30 circa, sarà possibile assistere a questa interessante e molto ben riuscita ricostruzione, accompagnati da voci narranti che faranno rivivere l’atmosfera magica e antica in cui è nato Gesù.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*