Flexor Lab di Perugia introduce la figura del nutrizionista che collabora con il personal trainer

Flexor Lab di Perugia introduce la figura del nutrizionista che collabora con il personal trainer

Flexor Lab di Perugia introduce la figura del nutrizionista che collabora con il personal trainer

Katia Fratini: un piano nutrizionale non ha successo se non associato a un piano di allenamento

La stretta connessione tra alimentazione e sport non è più patrimonio culturale esclusivo degli atleti ma sta entrando sempre più nella coscienza collettiva. Alla luce di tutto ciò, lo studio medico Flexor Lab di Perugia ha introdotto una nuova figura professionale, quello della nutrizionista, Katia Fratini, che da alcuni mesi collabora a stretto contatto con i personal trainer della palestra interna, Andrea Pacioselli e Simone Chioccoloni, con l’obiettivo di dare un servizio ancora più completo in tema di ricomposizione corporea.


Da Avi News, Agenzia di informazione quotidiana


D’altronde, per raggiungere il benessere psico-fisico bisogna, infatti, agire contemporaneamente su più aspetti della vita quotidiana, e in particolare appunto proprio sulle scelte alimentari e le attività fisico-sportive.

Katia Fratini, nutrizionista del Flexor Lab

“Credo fermamente che un piano nutrizionale – commenta la nutrizionista Katia Fratini –, non possa avere reale successo se non associato a uno sport o a un piano di allenamento mirato e viceversa. Per comprenderci: se non costruisco muscolo e non do tonicità al mio corpo, facendo semplicemente una dieta io posso anche perdere peso ma rischio di perdere pure massa muscolare e di diventare meno tonico. E, inoltre, calo molto più lentamente perché fare sport ci consente di bruciare più calorie”.

Simone Chioccoloni, KatiaFratini e Andrea-Pacioselli

Il personal trainer

“Quando un cliente si avvicina per la prima volta alla nostra struttura – spiega il responsabile della palestra Andrea Pacioselli –, passa prima per una visita nutrizionale in cui spiega i suoi obiettivi. Quindi, siamo noi a svolgere un’analisi utile a comprendere la tipologia del cliente, quali attività siano più adatte a lui o quale macchina può essere in grado di contribuire a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

I piani nutrizionali e di allenamento volti all’aumento della massa muscolare e alla diminuzione della massa grassa vengono stilati, quindi, previa approfondita analisi del paziente, ma anche grazie a un costante confronto tra nutrizionista e personal trainer. “Innanzitutto – sottolinea Fratini – bisogna conoscere bene la persona che si ha davanti. Perciò il mio confronto con il paziente si apre sempre con un’analisi alimentare e metabolica per calcolare le giuste calorie e i giusti macronutrienti necessari per perdere peso e mettere massa. Successivamente viene fatta un’analisi antropometrica, peso, altezza e circonferenze. Infine, l’analisi bioimpedenziometrica che viene fatta tramite un macchinario specifico di ultima generazione: tramite elettrodi e il calcolo dell’impendenza elettrica si può calcolare la percentuale di massa grassa e quella muscolare. Grazie a tutto ciò andiamo poi a definire il piano nutrizionale”. Definiti questi aspetti si organizza quindi anche il lavoro in palestra con il personal trainer che rimane sempre in contatto con la nutrizionista.

Katia Fratini riceve nello studio Flexor Lab di San Sisto, in via Gerardo Dottori 94, mentre la palestra Flexor Lab si trova nella sede centrale di San Martino in Campo, in via delle Fascine 8.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*