Elezioni Umbria, Meloni, sinistra e M5s impresentabili fregano cittadini

 
Chiama o scrivi in redazione


Elezioni Umbria, Meloni, sinistra e M5s impresentabili fregano cittadini

“Questa e’ un’elezione regionale, non dobbiamo fare l’errore di distogliere l’attenzione dalla cosa importante, cioe’ che oggi l’Umbria ha l’occasione di liberarsi da uno storico sistema di potere che secondo me le ha molto tarpato le ali”. Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’ Italia, a Perugia per la presentazione della lista del suo partito alle elezioni regionali, rispondendo a una domanda dei giornalisti sulla valenza nazionale del voto umbro.

E poi ancora: “Sinistra e Movimento 5 stelle continuano a fare tutto quello che e’ umanamente possibile per fregare i cittadini. In Umbria avete l’occasione di rispondere alla gente asserragliata nel palazzo, che si nasconde dietro facce presentabili perché sa di essere impresentabile, nei modi e nelle forme”. Abbiamo visto purtroppo un’Umbria devastata dalla clientela, dagli interessi di parte – ha affermato – e’ una regione che deve trovare insieme il coraggio di rialzarsi perche’ e’ drammatico che di una regione cosi’ straordinaria si parli per gli scandali della sanita’ “. E parlando della lista dei candidati di FdI al consiglio regionale ha aggiunto: “Siamo una squadra di persone preparatissime e competenti che per l’ Umbria hanno gia’ lavorato tanto ma abbiamo anche innesti profondi dalle professioni, dall’ impresa e dalla societa’ civile”.

“Il ticket secondo me avviene naturalmente con la seconda forza della coalizione, quindi non ho dubbi che sara’ con un esponente di Fratelli d’ Italia. Ne sono certa”. E’ quanto affermato Meloni, ribadendo la certezza che in caso di vittoria della candidata di centrodestra Donatella Tesei, espressa dalla Lega, sara’ FdI a esprimere la vicepresidenza, come seconda forza di coalizione. Mi aspetto di vedere riconosciuto un lavoro fatto sul territorio da persone capaci che amano questa regione e che hanno sempre fatto bene il loro lavoro – ha spiegato – mi aspetto il riconoscimento della credibilita’ di una forza politica che non ha scelto mai le scorciatoie”.

“Il governo giallo-rosso ancora non ha capito se riuscirà a disinnescare le clausole di salvaguardia e impedire l’aumento dell’Iva dal primo gennaio 2020, in compenso e’ occupato a mandare avanti la legge per concedere la cittadinanza automatica agli immigrati. Contro questa vergogna – ha concluso Meloni -, Fratelli d’ Italia e’ gia’ mobilitata, chiederemo al presidente della Repubblica di fermare questo scempio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*