Coronavirus Umbria, Cucinelli mette a disposizione 3000 mascherine

 
Chiama o scrivi in redazione


Brunello Cucinelli vuol fare il monaco part time, intervista a TV2000

Coronavirus Umbria, Cucinelli mette a disposizione 3000 mascherine

Mancano le mascherine, i guanti e l’intero kit, sia dentro e fuori l’ospedale. «Per soddisfare il fabbisogno di tutta la sanità dell’Umbria abbiamo stimato che possono servire tra le 7 e la 10 mila mascherine al giorno. Il numero oscilla fortemente a causa del numero dei contagi da Coronavirus che cambia. Al momento abbiamo scorte per altri sette-otto giorni». A dirlo è il direttore regionale alla sanità, Claudio Dario.

«Una situazione molto difficile» – dice -. La regione sta sollecitando la Protezione civile a approvvigionare anche l’Umbria, nonostante l’emergenza faccia prediligere i rifornimenti al nord. I medici di medicina generale sono allo stremo, come pure le Guardie mediche che racimolano le mascherine da qualche amico o collega del 118 per visitare i pazienti a domicilio. Nelle ultime ore è arrivato un carico di 33mila dispositivi ma si tratta delle ’chirurgiche’. Servono invece i dispositivi di protezione Ffpp2 e 3.

«Non credo che resteremo senza scorte – aggiunge Claudio Dario -, tutti stanno facendo uno sforzo sovrumano, ma la situazione è questa». La Regione ha attivato canali locali: è in attesa di una consegna da parte della «Sir Safety», mentre un’attività ha rimesso al lavoro un vecchio macchinario per produrre altri dispositivi. Resta il nodo di tempi e quantità, ridotte. L’imprenditore Brunello Cucinelli ha messo a disposizione tremila presidi di sicurezza duemila per l’ospedale e mille per i medici di famiglia e guardie mediche.

2 Commenti

  1. Pensavo potesse riconvertire la produzione di maglieria verso la produzione di mascherine. Andrebbero bene anche non in cachemir…

  2. SPERIAMO SIA SOLO LA PRIMA CONSEGNA DI UNA LUNGA SERIE DA 3000 MASCHERINA CIASCUNA…E SE VOLESSE RCONVERITRE QUALCHE LINEA PRODUTTIVA IN FRETTA E FURIA, GLIENE SAREMMO TUTTI GRATI.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*