Arriva il bel tempo, i nubifragi sono alle spalle, previsioni meteo

Arriva il bel tempo, i nubifragi sono alle spalle, previsioni meteo

Arriva il bel tempo, i nubifragi sono alle spalle, previsioni meteo

ULTIMI GIORNI DI LUGLIO CON PIÙ SOLE E PIÙ CALDO IN ITALIA

La perturbazione responsabile dell’intensa ma rapida fase di maltempo che ha interessato l’Italia nel weekend appena trascorso, ha esaurito i suoi effetti, lasciando spazio ad un generale miglioramento delle condizioni meteo su tutta la Penisola. In particolare, la rimonta di un piccolo promontorio di alta pressione sul bacino del Mediterraneo centro occidentale, come potete vedere anche dalle carte consultabili nella sezione dedicata sul nostro sito, determina condizioni di tempo più stabile anche sull’Italia, nonostante non manchi ancora qualche temporale pomeridiano specie sui rilievi. Non solo, perché sarà anche più caldo: le temperature torneranno ad aumentare nei prossimi giorni e stando alle ultime uscite dei principali modelli meteo, sembra possibile che queste possano superare nuovamente i +40°C specie sulle regioni meridionali.

TEMPERATURE IN AUMENTO, VALORI LOCALMENTE OLTRE I +40°C

La maggior stabilità dei prossimi giorni sotto il profilo meteo non sarà l’unico effetto dell’anticiclone che si sta nuovamente espandendo sul Mediterraneo: le temperature infatti torneranno a salire, con una nuova ondata di caldo attesa proprio per l’inizio di agosto. In particolare, secondo le ultime uscite dei principali modelli meteo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia saranno le regioni che più risentiranno dell’aumento delle temperature, con il caldo che si farà particolarmente intenso a partire da giovedì 1 agosto. Qui le colonnine di mercurio potranno salire diffusamente oltre i +40°C, raggiungendo picchi anche di +41/42°C specie nelle zone interne siciliane e nel foggiano.

AGOSTO DINAMICO SOTTO IL PROFILO METEO, NUOVE PERTURBAZIONI IN VISTA

Nonostante l’ondata di caldo attesa in particolare al Sud Italia, l’inizio di agosto non sarà esente dal maltempo sulla nostra Penisola, come mostrato anche dai modelli elaborati dal nostro centro di calcolo. Infatti già per il prossimo weekend, sembra possibile un piccolo peggioramento meteo sulle regioni settentrionali, con dunque acquazzoni e temporali al Nord Italia e poi sul versante Adriatico stando così le cose. Volendo dare uno sguardo più avanti, anche la prossima settimana potrebbe vedere condizioni meteo molto dinamiche sulla nostra Penisola.

TEMPORALI POMERIDIANI NELLE PROSSIME ORE MA COSA SONO ESATTAMENTE?

Affinché si possa sviluppare un temporale oppure un acquazzone pomeridiano è necessario, ma non sufficiente, che ci sia un forte riscaldamento del suolo così come la presenza di un elevato tasso di umidità nell’aria. Non solo, perché la massa d’aria deve essere anche instabile, ovvero è necessario che in quota ci sia la presenza di aria più fresca: in questo modo infatti si potrà sviluppare prima della nuvolosità cumuliforme e poi anche il cumulonembo vero e proprio, che darà vita al temporale. Questi fenomeni in gergo tecnico vengono chiamati temporali convettivi, e sono tipici delle zone interne della Penisola durante le ore pomeridiane dei periodi più caldi dell’anno, ovvero durante l’estate. 

Come detto, stando alle ultime uscite dei principali modelli meteo, l’inizio della prossima settimana potrebbe non essere esente da pioggesull’Italia, con correnti più fresche e instabili in quota dai quadranti occidentali o nord occidentali. In particolare i fenomeni si dovrebbero concentrare sulle regioni centro settentrionali, ad iniziare dai rilievi, ma non si esclude che possano raggiungere anche le pianure limitrofe. Più caldo invece al Sud Italia con condizioni meteo stabili e temperature sopra le medie del periodo. L’incertezza di tale tendenza meteo non è ancora trascurabile e dunque scendere in ulteriori dettagli è prematuro.
dal Centro Meteo Italiano

 

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
19 + 6 =