Villa Umbra: formazione e supporto per lo Sportello Unico delle attività produttive e dell’Edilizia

Villa Umbra(umbriajournal.com) PERUGIA – Definita l’azione formativa della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica nel supportare gli Enti nell’attuazione delle Linee guida dello Sportello Unico delle Attività produttive e dell’Edilizia (SUAPE), presentate presso la sede dell’ANCI Umbria.

“Relativamente all’amministrazione digitale – ha affermato l’Assessore Regionale Fabio Paparelli – nel 2012 è stato definito un Programma di interventi condiviso con gli enti locali, Anci Umbria e tutti i soggetti pubblici coinvolti per favorire la digitalizzazione dei Comuni del territorio. La prima fase del programma, per la quale la Regione Umbria ha impiegato risorse del Fondo pari a 500mila euro, è stata dedicata appunto all’attivazione nei Comuni dei servizi del ‘Suape’ (Attività Produttive ed Edilizia) in modo da favorire un’applicazione completa del processo di digitalizzazione e dematerializzazione, da riproporre successivamente anche in altri settori della pubblica amministrazione”.

Tutti i Comuni dell’Umbria sono coinvolti in progetti di trasformazione organizzativa per l’attivazione dei servizi SUAPE secondo il programma degli interventi per l’attuazione del capo III della Legge Regionale 8/2011 – ha affermato Anna Lisa Doria – e l’attuazione di questa legge è importante perché colloca la Regione Umbria al primo posto in Italia con una azione politico-istituzionale ed una trasformazione che interessa tutti i comuni: un cantiere istituzionale, amministrativo, organizzativo e tecnico di grande rilievo. Si tratta si una scommessa di tutto il sistema pubblico umbro, non si tratta di aver voluto fare“fughe in avanti”, ma di aver disegnato per tempo un modello innovativo e sostenibile per il sistema delle PA dell’Umbria. La digitalizzazione e la gestione associata è l’unico modello in grado di dare oggi una risposta concreta a cittadini e imprese, rivedendo i servizi nell’ottica dell’utente.

Superare la preoccupazione di passare da un metodo ad un altro ed attuare la semplificazione amministrativa sono i temi che tratteremo oggi per oltrepassare le difficoltà e le capacità di erogazione dei sevizi – ha affermato Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia – La Semplificazione dei processi Amministrativi deve essere basata su regole semplici e veloci e non su una deregulation.

Per assistere gli enti locali nel raggiungimento di tale obiettivo, la Regione, insieme ad ANCI ha previsto una serie di azioni di supporto che sta portando avanti attraverso le società in house che si occupano di innovazione: Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, Centralcom e Webred coordinate dal Consorzio SIR Umbria.

La Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica supporterà gli enti nella definizione dei bisogni formativi e di riorganizzazione che emergeranno dall’analisi dell’esistente presso i Comuni che devono digitalizzare lo Sportello Unico – ha affermato Alberto Naticchioni Amministratore Unico della Scuola – inoltre la Scuola metterà a disposizione degli Enti un catalogo di azione formative e di supporto che potranno essere realizzate presso le istituzioni impegnate nel progetto.

Nelle ultime settimane, Villa Umbra e Consorzio Sir hanno svolto 7 incontri, hanno realizzato 6 degli 8 raggruppamenti territoriali previsti per le unioni speciali dei comuni: Terni, Spoleto, Città di Castello, Panicale, Gubbio e Todi. Nei prossimi giorni verranno messi in agenda quelli nei territori dell’orvietano e del perugino.
Agli incontri, finalizzati a dare avvio alle attività di progettazione presso gli enti, hanno preso parte 46 delle amministrazioni comunali coinvolte e un totale di 80 operatori dei servizi interessati dal progetto, oltre ai 23 dipendenti delle Comunità Montane formati da villa umbra. I dipendenti che hanno partecipato agli incontri provengono quasi tutti dai settori tecnici, del commercio/attività produttive e dei sistemi informativi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*