Ritorna la patente per pedoni, monopattini e bici a Narni

Concluso il progetto di Educazione Stradale con oltre 300 studenti

Ritorna la patente per pedoni, monopattini e bici a Narni

Ritorna la patente per pedoni, monopattini e bici a Narni

Dopo un anno di intense lezioni tenute dagli agenti della Polizia Locale di Narni, oggi è stato il giorno dell’esame finale per gli studenti delle classi terze, quarte e quinte elementari delle scuole Pertini di Narni Scalo e Garibaldi di Narni Centro. Nonostante la pioggia, le prove pratiche si sono svolte con successo al Palavis per gli studenti della Pertini e nella palestra della Garibaldi per quelli del centro. Più di 300 ragazzi hanno avuto l’opportunità di dimostrare quanto appreso riguardo ai comportamenti corretti da tenere in strada, sia come pedoni che come utilizzatori di monopattini e biciclette. Il programma è stato ampliato per includere anche la cybersicurezza e il cyberbullismo, due tematiche di grande attualità.

L’assessore Luca Tramini del Movimento 5 Stelle di Narni ha espresso grande soddisfazione per il successo del progetto, sottolineando l’importanza di educare i più giovani alle regole della strada fin da piccoli. “Sono tutti promossi!”, ha dichiarato con entusiasmo. Tramini ha ricordato la sua esperienza personale con la patente da ciclista, evidenziando quanto sia stato fondamentale per la sua consapevolezza come utente della strada. Ha sottolineato che non esiste un’altra formazione simile per i ragazzi, se non quella fornita dalla Polizia Locale di Narni, rendendo questo progetto essenziale.

Durante le lezioni, gli studenti hanno imparato non solo le norme di sicurezza stradale, ma anche i pericoli legati all’uso del web, in particolare il cyberbullismo. Tramini ha ringraziato la Direttrice Sandra Catozzi della scuola Pertini e la Vicaria D’Elia Concetta della scuola Garibaldi, oltre ai volontari del Gruppo di Protezione Civile Comunale e della Croce Rossa, il cui supporto è stato fondamentale per la realizzazione del progetto. Un ringraziamento speciale è andato alle donne e agli uomini della Polizia Locale di Narni, che hanno dedicato tempo ed energie, anche oltre l’orario di servizio, per educare i giovani.

Gli agenti, spesso testimoni di incidenti stradali che potrebbero essere evitati con una maggiore attenzione e prudenza, hanno partecipato con grande entusiasmo all’iniziativa, consapevoli dell’importanza di educare i giovani. Tramini ha concluso ribadendo l’importanza di insegnare ai ragazzi a vivere in sicurezza le nostre strade, ricordando il consiglio ripetuto dagli agenti ai genitori: “Mi raccomando, le cinture di sicurezza in macchina, soprattutto per i più piccoli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*