Comitato Priorità, apertura scuola non diventi tentativo scaricare responsabilità

Mobilitazione nazionale priorità scuola, carenze strutturali non si vaccinano

Comitato Priorità, apertura scuola non diventi tentativo scaricare responsabilità

Hanno mandato questa mattina i loro figli a scuola “felici, sollevati e tranquilli, perché non c” è luogo dove i protocolli sono rispettati in maniera così certosina”, ma come annunciano resteranno “con le orecchie ben tese”, perché questa settimana di apertura “non diventi l” ennesimo tentativo di scaricare tutte le responsabilità sulla popolazione studentesca” gli appartenenti a Priorità alla scuola Umbria, comitato di docenti, genitori e studenti, che si batte per un rientro immediato in sicurezza.

Non vedono comunque “di buon occhio” l” apertura delle scuole primarie ad una sola settimana dalle vacanze pasquali e lo hanno ribadito anche il giorno del ritorno in classe. I rappresentanti del comitato umbro puntualizzano che l” apertura altro non gli sembra che “una mera strategia politica per fare in modo che la scuola, ancora una volta, venga additata come causa dell” aumento di contagi che si potrebbero verificare in concomitanza con il periodo Pasquale”.

“D” altronde – ricordano – non siamo nuovi a questa modalità, avendo già potuto verificare, come dopo il periodo Natalizio, la scuola sia stata penalizzata per l” aumento di casi di contagio non attribuibili all” attività in presenza. È ormai noto che i contagi vengono maggiormente riscontrati nella sfera privata e familiare”. Per il Comitato, invece, un rientro immediato in sicurezza è possibile “mettendo in campo strategie atte a permettere un tracciamento completo, immediato e reale”. La mattina di martedì 23 marzo tutti i materiali raccolti con la mobilitazione “Donatella Tesei, c” è posta per te!” saranno consegnati all” attenzione della presidente della Regione in simbolica concomitanza con la seduta dell” Assemblea legislativa regionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*