Assisi, L’Umbria Non Può Rinunciare alla Formazione Universitaria sul Turismo

RICCI PROTESTA CON STUDENTI 1 GIUGNO 2013(umbriajournal.com) ASSISI – Assisi, il Sindaco Claudio Ricci ringrazia i parlamentari umbri per il sostegno al Corso di Laurea sul Turismo. Molti parlamentari umbri, e sottosegretarisi stanno “mobilitando” con lettere, sollecitazioni e interrogazioni, per mantenere la Laurea sul Turismo in Assisi (Foto, un momento delle manifestazioni), al Ministero Ricerca Istruzione Università e, quindi, alle Università che impartiscono la Laurea (Università di Perugia e Università Italiana per Stranieri di Perugia). É in itinere di preparazione il ricorso al TAR Umbria, intentato dal Comune di Assisi, che sarà presentato nei prossimi giorni (citando che non si più chiudere un corso sul turismo con 64 iscritti, lasciando aperti altri corsi con minor numero di studenti e minore specificità).
Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci sta “rappresentando la situazione” a personalità e istituzioni, nazionali e internazionali, in quanto “non si può chiudere in Italia il primo corso di Laurea sul Turismo” (settore in sviluppo anche per i nuovi posti di lavoro: più 500.000 previsti sino al 2020). Verrà aperta una fase di “progettazione di Master e Laurea Specialistica” (biennale, poco presente in Italia) in “beni culturali, ambiente/paesaggio e turismo” chiamano, per la sua attivazione, ad Assisi i principali esperti e le istituzioni, anche universitarie, che “vorranno raccogliere” questa grande esperienza, di circa 30 anni sul turismo (fra Centro Studi sul Turismo CST e Corso di Laurea), di valore regionale e nazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*