Umbria mobilità dichiara guerra ai soci, c’è anche il comune di Spoleto

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria mobilità: legale, da Corte recepite istanze convenuti

Umbria mobilità dichiara guerra ai soci, c’è anche il comune di Spoleto

Umbria mobilità dichiara guerra ai soci e porta  in tribunale il Comune di Spoleto. E’ quanto riporta oggi il Corriere dell’Umbria. Dopo una lunga serie di infruttuosi tentativi di accordi bonari, la partecipata pubblica del trasporto pubblico locale ha citato in giudizio anche il socio spoletino per 4.365.850,77 euro: gli contesta il mancato rimborso del mutuo in carico a Um relativamente al parcheggio Posterna.

Ma non finisce qui. Il contenzioso con la regione Umbria si è concluso con l’accordo transattivo firmato il 25 giugno 2019 davanti al Tribunale di Perugia. L’operazione ha consentito a Um l’incasso di 3.631.595 euro lo scorso luglio. Poi c’è la parte romana. Um nel corso del 2018 ha ottenuto la cessione del credito Iva di Roma Tpl, la partecipata romana, soldi che Um prevede di incassare tra la fine dal 2019 e l’inizio del 2020. Si tratta di 1.969.060 a parziale estinzione dei crediti commerciali vantati. La cessione del credito Ires, sempre di Roma Tpl, è in corso di definizione per un importo di circa 2.760.000. Il bilancio di Umbria mobilità chiude con un utile dopo sette anni di perdite.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*