Test per il corso in Medicina Generale, stringenti misure di sicurezza anticovid

corso di formazione specifica in Medicina Generale 2020/2023

 
Chiama o scrivi in redazione


ammissione al corso di formazione specifica in Medicina Generale 2020/2023

Test per il corso in Medicina Generale, stringenti misure di sicurezza anticovid
PERUGIA – Si è aperta ieri, 28 aprile, alle ore 12 presso il Padiglione 8 della struttura Umbria Fiere di Bastia Umbra, la prova concorsuale per l’ammissione al corso di formazione specifica in Medicina Generale 2020/2023. Ammessi a partecipare 202 medici.

L’organizzazione è stata curata da Regione Umbria, Direzione Regionale Salute e Welfare, e Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, che si occupa della gestione dei corsi di formazione in Medicina Generale ai sensi dell’articolo 3, comma 2 della legge regionale n. 24/2008.

Stringenti le misure di sicurezza adottate in ottemperanza delle normative vigenti. Il Piano Operativo Specifico redatto dal Responsabile Sicurezza della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica è stato dichiarato da Regione Umbria pienamente conforme alle prescrizioni del protocollo di svolgimento dei concorsi pubblici del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio scorso, secondo le linee guida del Dipartimento della Funzione Pubblica.

L’arrivo dei candidati è stato differenziato e suddiviso temporalmente a partire dalle ore 8.00, per garantire il deflusso in sicurezza e controllare il rispetto delle misure igienico – sanitarie anti covid previste sia nella fase di identificazione che di svolgimento e conclusione della prova.

Separati e i percorsi di accesso, movimento nell’area concorsuale e di uscita. Installati dispenser igienizzanti e cartellonistica sia orizzontale che verticale di carattere prescrittivo, informativo e direzionale. Adottato il “criterio di distanza droplet” di almeno 2,25 metri tra i candidati e tra i candidati e il personale dell’organizzazione, vigilanza e le commissioni esaminatrici in ogni fase della procedura concorsuale. Monitorato anche il personale addetto alle varie attività concorsuali e i membri delle commissioni esaminatrici con test antigienico rapido o molecolare nelle 48 ore antecedenti la prova.

“Tutte le misure di sicurezza, soprattutto quelle relative all’emergenza pandemica, predisposte e adottate in sinergia con Regione Umbria – afferma Marco Magarini Montenero, Amministratore della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – hanno garantito un ordinato e regolare svolgimento della prova. Ringrazio Regione Umbria, in particolare la Direzione Regionale Salute e Welfare, e tutto il personale regionale e della Scuola per settimane impegnato nel garantire un’organizzazione così complessa, in sicurezza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*