Scuole umbre, assessore Agabiti: “Adeguati gli spazi”

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuole umbre, assessore Agabiti: "Adeguati gli spazi"

Scuole umbre, assessore Agabiti: “Adeguati gli spazi”

“La situazione è assolutamente sotto controllo, c’è ancora da individuare alcune aule per specifiche situazioni”. Lo quanto ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione Paola Agabiti, sulla questione degli spazi necessari per garantire l’avvio dell’anno scolastico con le condizioni di sicurezza anti Covid.

Secondo l’assessore “la riapertura delle scuole è uno degli aspetti più rilevanti, delicati e strategici di questa fase storica per l’intero Paese”. “Le criticità di livello nazionale, dai trasporti agli spazi per la didattica – aggiunge -, sono evidentemente un aspetto che chiama in causa tutti, nessuno escluso. Per quanto riguarda l’Umbria, tali situazioni sono sicuramente meno allarmanti e rientrano in una dimensione fisiologica che stiamo affrontando in una logica di collaborazione e condivisione”.

“Uno sforzo comune – dice ancora l’assessore – per il quale ritengo doveroso ringraziare tutti coloro che si stanno adoperando, dai tecnici regionali all’Ufficio Scolastico regionale, dagli amministratori locali a tutti i dirigenti e gli operatori del settore”.

Per quanto riguarda il tema trasporti: “Come dimostra il dibattito in sede di confronto tra Regioni e Governo il nodo dei trasporti è uno dei temi più sensibili. Per quanto riguarda le competenze dell’ente regionale, come dichiarato in settimana con l’assessore Enrico Melasecche – dice ancora Agabiti – la Regione Umbria ha già individuato le misure da adottare e le risorse necessarie per consentire un trasporto locale coerente con le normative sulla sicurezza e adeguato alle necessità che si andranno a definire. Ovviamente il tema trasporti coinvolge anche gli enti locali e il governo, anche per lo stanziamento delle risorse previste, e vede tuttora in corso – conclude Agabiti – approfondimenti in tutte le sedi istituzionali di confronto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*