Scuola, immunologo Crisanti, seguire linee nazionali fino in fondo

Immunologo, ' misurare febbre a casa poco scientifico

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuola, immunologo Crisanti, seguire linee nazionali fino in fondo

“Sul ritorno a scuola degli studenti sarebbe importante considerare prima le critiche costruttive, ma se a livello nazionale sono state prese delle decisioni, giusto che siano portate sino in fondo e vediamo che effetto faranno”. Lo ha detto questa sera a Vicenza l’ immunologo Andrea Crisanti, a margine di un dibattito sulla sanità veneta e la pandemia.

“Io per l’ apertura della scuola – ha precisato Crisanti – avrei fatto delle cose diverse. Andrebbero valutate le misure sulla base degli obiettivi, che a mio parere sono fondamentalmente tre: il primo è garantire che i ragazzi non si infettino a scuola, il secondo è proteggere dalla trasmissione il personale docente e non docente degli istituti scolastici, e il terzo è fare in modo che il rientro nelle scuole non inneschi una trasmissione senza controllo per tutta la società”.

Secondo Crisanti “misurare la temperatura a casa a mio avviso ha pochissimo senso perché ognuno opera in modo diverso e con termometri diversi, si tratta di una misura che ha poco di scientifico. Inoltre bisogna far vaccinare i ragazzi contro l’ influenza, perché l’ influenza nelle fasi iniziali è totalmente indistinguibile e rischia – ha concluso – di innescare un sistema di isolamento all’ interno delle classi e nelle famiglie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*